Oggi è arrivata la notizia che la Bank of Japan ha deciso a sorpresa (e di misura, 5 voti a favore contro 4) di aumentare ulteriormente i propri acquisti di attivi, nel tentativo di combattere la deflazione. Le nuove misure si sommano a quella, altrettanto importante, che prevede di modificare l’allocazione strategica del gigantesco fondo pensione del paese, verso più azionario e meno titoli di stato. L’esperimento prosegue, sempre più affascinante. Resta da capire come finirà.

[Leggi tutto]

Puntata di Omnibus La7 di oggi, condotta da Alessandra Sardoni con Carla Cantone (SPI-Cgil), Ernesto Carbone (Pd), Alberto Orioli (Il Sole 24 Ore), Corrado Passera (Italia Unica), Claudio Tito (La Repubblica), ed il vostro titolare. Dalle cariche della polizia agli operai di AST ieri a Roma alla Legge di Stabilità, al potenziale effettivo delle cosiddette riforme, alla ossessiva ripetizione di slogan che caratterizza questa stagione italiana.

[Leggi tutto]

Una interessante segnalazione dal Financial Times su quanto attende il Brasile nei prossimi quattro anni di presidenza di Dilma Rousseff. Ve lo anticipiamo noi: il Brasile ha di fronte a sé un bivio. Ristrutturare la propria economia, in grave affanno competitivo, con inevitabili sofferenze sociali nel breve-medio termine (la cosa chiamata transizione), oppure rischiare di scivolare verso una lenta deriva argentina, fatte le debite proporzioni.

[Leggi tutto]

Il governo Renzi è destinato ad entrare negli annali di storia patria per l’impressionante tentativo di lavaggio del cervello ai cittadini, a mezzo di una ardita neolingua e della ripetizione ossessiva di alcuni concetti che avrebbero la funzione di motivare questa nazione di piccoli scout smarriti nella nebbia. E così, dopo la diabolica operazione di equiparazione del risparmio alle “rendite finanziarie”, l’altro grande filone di brainwashing è quello del “più grande taglio di tasse della storia della Repubblica”, segnatamente il “taglio di 18 miliardi di tasse”. Lo ripetono un po’ tutti, da economisti dal passato prestigioso a giovani studiosi che solo ora iniziano a muovere i primi passi nell’arte della menzogna ma sono sufficientemente svegli da imparare alla svelta; da ex consulenti abituati a sguazzare nei PowerPoint a cheerleaders chiamate ad incarnare il topos della “valorizzazione” delle figure femminili nella politica. Sfortunatamente, quella dei 18 miliardi di tagli di tasse è una bufala. O meglio è frutto di una lettura à la carte della manovra.

[Leggi tutto]

Questo non è un fondo taglia tasse

28 October 2014 Economia & Mercato

Pare che l’Italia riuscirà a portare a casa (da Bruxelles) un risultato positivo, il rallentamento del percorso verso il pareggio strutturale di bilancio, e la manovra di lieve espansione fiscale per il 2015. L’accordo con la Commissione Ue sarebbe sull’aumento della correzione del rapporto deficit-Pil corretto per il ciclo economico da 0,1 a 0,3%. Molto […]

Takeover, game over

27 October 2014 Discussioni

Dopo la trionfale e trionfante Leopolda 2014, quella che ha incoronato il nuovo Grande Motivatore degli italiani, il loro psico-trainer oltre che capo scout, è maturo il tempo per alcune riflessioni, tra il contingente e lo strutturale. A partire da una espressione molto pregnante usata dallo stesso Renzi, circa la sua presa del potere.

La realtà virtuale dello studioso Serra

26 October 2014 Adotta Un Neurone

Intervista del Quotidiano Nazionale a Davide Serra, l’ultrarenzista basato a Londra e che nella vita fa il money manager. Al netto di tutte le altre sue considerazioni, in particolare sulla regolamentazione del diritto di sciopero (che può anche starci e non ci scandalizza, anche se presto Serra dovrà andare a fare lezione persino ai tedeschi), […]

Macromonitor – 26/10/2014

26 October 2014 Economia & Mercato

Rimbalzo dell’azionario e forte riduzione degli spread sull’obbligazionario High Yield, anche grazie a notizie positive su utili e dati economici. Materie prime e rendimenti obbligazionari poco variati.

Il settimanale – 25/10/2014

25 October 2014 Rassegna Stampa

Dopo la televendita, dalla versione finale del ddl Stabilità emergono alcuni punti fermi. Ad esempio, che è una manovra massimamente “italiana”, e come tale nociva; E’ soprattutto una macchina del tempo: un tripudio di tasse oggi, moltissime delle quali indecentemente retroattive, ma ancor di più domani, con un cappio che ci si stringerà attorno al […]

Chi prima nasce, meglio alloggia

24 October 2014 Adotta Un Neurone

Qualche giorno addietro, il vostro titolare ha fatto una battuta sul fatto che per il bonus bebè si potrebbe arrivare ad un bel click day da razionamento risorse. La battuta era stata subito ripresa dal precisissimo portavoce del ministro dell’Economia, che l’aveva bollata come disinformazione. Eppure, pare che la realtà abbia un talento satirico insuperabile.