Andrà molto peggio, prima di andare meglio

Il delitto quasi perfetto

in Economia & Mercato/Italia

Mauro Mazza, direttore di Raiuno, sarebbe preoccupato perché c’è “qualche programma che non funziona come potrebbe”, in termini di ascolti, pare abbia sospirato durante una audizione al cda Rai. Pur all’interno di una tendenza alla flessione di ascolti da parte delle tv generaliste, vi sono trasmissioni che fanno peggio di altre, come ad esempio Radio Londra di Giuliano Ferrara.

Ovviamente, conoscendo Ferrara e la sua scarsa propensione a curarsi di tediosi dettagli mercatisti quali ascolti e raccolta pubblicitaria, il problema sarebbe del tutto marginale. In fondo, per ammissione dello stesso Elefantino, ci sono cose che meritano di essere sussidiate, anche se continua a non essere chiaro quali sarebbero le discriminanti per ottenere il sussidio. Salvo forse ipotizzare che Ferrara e le sue attività editoriali rappresentino un caso di specie di “fallimento del mercato” (o meglio, di mercato), necessitando quindi di essere poste a carico della fiscalità generale.

In attesa che gli economisti ci dicano, Mazza lancia una provocazione ed un suggerimento più operativo: spostare Ferrara in prima serata ma su Raidue, in quello che fu lo spazio di Michele Santoro; oppure in fascia pomeridiana, dopo il Tg1 delle 13.30. Nel primo caso si tratterebbe di un geniale tentativo di eliminare (anche fisicamente) Raidue, per alleviare la pressione competitiva che grava sulla rete presunta ammiraglia della Rai. Nel secondo caso avremmo la prova che quei diavoli di radicali hanno messo un loro uomo alla guida di Raiuno, nel senso che è palese che il buon Mazza persegue obiettivi di riduzione del danno. Attendiamo sviluppi dal cda: anche “La vita in diretta” potrebbe avere un senso.

Ma resta il dato di fondo che la destra, sul servizio pubblico, è un’ulteriore forma di imposizione fiscale.

Ultimi in Economia & Mercato

Placeholder

Donald, che non era Ronald

Annunciati dall’Amministrazione Trump gli assi portanti della riforma fiscale promessa in campagna
Go to Top