Il settimanale – 8/7/2017

in Rassegna Stampa
  • Tutta la mercanzia taroccata di un paese di televenditori in bancarotta civile prima che economica;
  • La Commissione Ue dà il via libera all’ennesimo piano industriale di MPS, che si basa sull'”estrazione di valore” dalla clientela e di conseguenza su un robusto wishful thinking;
  • Nel paese delle dissonanze cognitive e delle bugie più o meno bianche, ecco a voi la fiaba di Atlante come veicolo “di mercato” in un mercato che, a sentire lorsignori, non c’era;
  • Tutto bene quel che finisce bene, dopo le venete? Al tempo, c’è ancora da emettere una montagna di passività bancarie assoggettabili a bail-in;
  • E mentre l’Italia al solito minaccia senza avere leva negoziale, facendosi prendere a porti in faccia, ecco un’utile informazione di contesto, complementare all’ennesima conferma della straordinaria abilità dei governi italiani di autosputtanarsi;
  • Mercato del lavoro italiano a maggio: repetita iuvant;
  • Intanto, la Brexit che non lo era (ancora) miete nuovi eclatanti successi;

Prima lezione di educazione finanziaria per soggetti adulti italiani a costante rischio di separarsi presto dal proprio denaro: