Andrà molto peggio, prima di andare meglio

Category archive

Discussioni

Falsari d’Italia, l’Italia l’è questa

Ieri, in una intervista al Quotidiano nazionale, il presidente dell’Associazione bancaria italiana, Antonio Patuelli, ha affrontato il tema della proliferazione delle criptovalute, l’ultimo strumento in ordine cronologico a svolgere la fondamentale funzione di separare gli sciocchi dal loro denaro. La soluzione proposta è semplicemente geniale. Leggi tutto

Contributi esterni/Italia

Dissesto idrogeologico e dissesto burocratico: stanziare non significa spendere

di Luigi Oliveri Egregio Titolare, è difficile combattere efficacemente e tempestivamente il dissesto idrogeologico in una situazione di dissesto normativo. A seguito della terribile alluvione subita da Livorno, i media hanno riscoperto il piano “Italia sicura” del 2014 e lo “stanziamento” di 7,7 miliardi fino al 2023. E, prontamente, lanciano l’accusa: i fondi ci sono,… Leggi tutto

Perché la definizione di disoccupazione non è un complotto Istat

Dall’inizio della crisi gli italiani sono diventati grandi esperti di occupazione e disoccupazione. Come fatalmente accade in questi processi di apprendimento con corsi progrediti tenuti sui social network (la famosa università di Twitter che sta affiancandosi e sostituendo quella non meno celebre “della vita”), i discenti sviluppano anche un robusto cospirazionismo, che li porta a… Leggi tutto

Contributi esterni/Italia

Trasparenza amministrativa, gli inutili criteri supplementari della giunta Raggi

di Vitalba Azzollini Egregio Titolare, è molto agevole identificare la trasparenza con lo streaming, sistemando le telecamere al punto giusto, interpretando il ruolo più consono al momento, inscenando la rappresentazione che la (g)gente s’aspetta, che si tratti di un incontro istituzionale, della direzione di un partito o di qualunque altro spettacolo le si voglia dare… Leggi tutto

Contributi esterni/Italia

Il tiro al piccione sui Tar confonde causa ed effetto

di Luigi Oliveri Egregio Titolare, nelle riviste e nei giornali di informazione specializzata su diritto amministrativo ed appalti campeggia una sentenza del Tar Lombardia-Brescia che spiega: il responsabile unico del procedimento degli appalti (Rup) non può assegnare valutazioni alle offerte ma può, invece, svolgere le attività amministrative connesse alla gara. Ora, Titolare, se si volesse… Leggi tutto

Amministratori di società pubbliche e obolo al partito, erogazioni liberali con le tasse altrui

di Luigi Oliveri Egregio Titolare, vediamo che Ella non è per nulla stupito, in quanto non ingenuo, della circostanza, ricordata da Franco Bechis sul suo blog, che il PD chieda ai nominati nei consigli di amministrazione delle società partecipate da enti pubblici una erogazione “liberale” (ma obbligatoria, come precisano Marco Palombi e Carlo Tecce su… Leggi tutto

Un paese intollerante. Alla prevenzione

Assenza di valutazioni ex ante e gravi carenze di controllo successivo sono alla base delle nostre ricorrenti “emergenze” di Vitalba Azzollini Egregio Titolare, il recente sgombero di un immobile occupato abusivamente a Roma da extracomunitari ha evidenziato alcuni tratti ricorrenti nella gestione della cosa pubblica in Italia. Mi riferisco, in particolare, alla intolleranza dei nostri… Leggi tutto

IFM Italy Pensions Scenarios

Combattete anche voi il neoliberismo con i prepensionamenti

Mentre il sindacato tenta l’ultimo assalto alla crivellata diligenza dei conti pubblici, chiedendo muovi trenini elettrici a beneficio di pensionandi e pensionati, non poteva mancare a sostegno la voce stentorea del lobbysta dei pensionati, al secolo Cesare Damiano. Che ieri è tornato a perorare la causa offrendo una chiave di lettura aggiuntiva, deliziosamente ideologica, di… Leggi tutto

Anche la prossima crisi, che ci sarà, verrà dall’innovazione finanziaria

di Mario Seminerio – Il Fatto Quotidiano A dieci anni dalla grande crisi finanziaria, nata negli Stati Uniti dai mutui subprime e diffusasi poi in Europa, mutata ed amplificata dalla difettosa governance della zona euro e da errori strategici politici, esplosi durante il funesto e famigerato vertice di Deauville del 2010, che ha risvegliato il… Leggi tutto

Sgravi contributivi per giovani, come cannibalizzare l’apprendistato

di Luigi Oliveri Egregio Titolare, l’illusione che gli “800 mila posti di lavoro in più” (dei quali non si è accorto nessuno) siano frutto del Jobs Act e non conseguenza preponderante della permanenza al lavoro forzata dalla legge Fornero, continua a sedurre il Governo. In particolare, l’Esecutivo resta fortemente convinto che l’occupazione possa crescere per… Leggi tutto

Il fondo Salvastati che verrà, e l’ingegneria finanziaria per disperati italiani

Ci sono modi differenti di vivere il percorso che porterà alle elezioni politiche. In Italia, dove le campagne elettorali durano cinque anni, ci stiamo baloccando con doppie monete e MiniBot; in Germania, tra gli altri temi, c’è il ministro delle Finanze che sta riflettendo, come del resto fa da molti anni, anche fuori dalla campagna… Leggi tutto

Il miracolo del Jobs Act che aumenta lo stipendio dei nuovi assunti

Oggi sul Sole trovate un interessante intervento del professor Marco Leonardi, consigliere economico della Presidenza del Consiglio, in cui viene formulata un’ipotesi suggestiva: quella secondo cui, per citare il titolo del commento, “Jobs Act e decontribuzione spingono in alto i salari”. Dopo averlo letto, e pur apprezzando l’architrave economica del ragionamento, è difficile sfuggire alla… Leggi tutto

Contributi esterni/Italia

Come non promuovere la cultura: il bonus diciottenni

di Vitalba Azzollini Egregio Titolare, nei mille giorni del fu governo Renzi sembrò di vivere in un mondo incantato, ove l’erogazione di pubbliche risorse alle categorie da lui prescelte avrebbe sempre e comunque sortito effetti virtuosi, essendo motivata da pregevoli intenti. La nobiltà dell’obiettivo perseguito bastava a giustificare l’impiego di soldi dello Stato – cioè… Leggi tutto

Perché il Jobs Act ha fallito nel rilanciare il tempo indeterminato

di Luigi Oliveri Egregio Titolare, poniamo vi sia un imprenditore, in grado di assumere qualcuno nella sua azienda, in Italia. Il Jobs Act, come è noto, ha messo a regime la totale liberalizzazione del contratto di lavoro a tempo determinato, introdotto dal c.d. decreto Poletti, sicché detto imprenditore può attivarlo senza dover specificare alcuna causa… Leggi tutto

Tra banche, Fintech ed impresa zeropuntoquattro

Ricevo e pubblico il commento di un dipendente di azienda di credito che ci riporta un po’ tutti sulla terra, mentre discutiamo appassionatamente di digitale, nuove tecnologie, Fintech ed impresa 4.0. Perché la strada da percorrere per promuovere e concretizzare quel concetto impalpabile ed elusivo chiamato produttività è terribilmente lunga ed accidentata, nel paese in… Leggi tutto

Il dibattito italiano sul Fiscal Compact e i conti senza l’oste della realtà

Nell’ambito del dibattito, a dire il vero tutto italiano, su come superare il Fiscal Compact, il Sole ospita un interessante contributo di Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio. Prendendo le mosse dalla boutade balneare di Renzi, la richiesta di deficit-Pil al 2,9% per cinque anni, Marattin giunge ad una proposta economicamente sensata ma… Leggi tutto

Prenotazioni e-ID VR
Contributi esterni/Italia

La digitalizzazione in punta di penna d’oca

di Luigi Oliveri Egregio Titolare, ha, per caso di recente, avuto la giusta idea di rinnovare la carta di identità ed acquisire quella elettronica? Tutto gestito telematicamente ed informaticamente? Essendo “elettronica”, penserà caro Titolare, basteranno pochi minuti, un identificativo informatico, un upload di qualche file e si produce istantaneamente. Come avviene per le negoziazioni commerciali… Leggi tutto

Go to Top