Andrà molto peggio, prima di andare meglio

Category archive

Unione Europea - page 46

Nazionalismo economico, quattro chiacchiere al Bar Italia

La vicenda Enel-Suez, o meglio Italia-Francia, sta scatenando una ridda di dichiarazioni, proclami e idiozie assortite, tutte rigorosamente bipartisan, che rientrano a pieno titolo nell’impotente logorrea nazional-popolare. Per riassumere: a nostro giudizio, il governo francese ha agito da broker, esercitando una “moral suasion” (eufemisticamente parlando) per indurre una società privata quale è Suez, a fondersi… Leggi tutto

Unione Europea

La nuova cortina di ferro

Quando otto paesi dell’ex impero sovietico entrarono nell’Unione Europea, nel maggio 2004, la retorica prevalente parlava di fine delle divisioni storiche. Oggi, gli attriti tra Est ed Ovest Europa si stanno moltiplicando. Una nuova cortina di ferro sta calando sul continente: la precedente era politica, la nuova è economica. I paesi dell’Europa occidentale mostrano crescenti… Leggi tutto

Euro e liberismo

Sul New Perspectives Quarterly una interessante intervista a Milton Friedman su benefici e rischi dell’euro. Il premio Nobel per l’economia ha le idee molto chiare sul nocciolo duro della Vecchia Europa: NPQ | The so-called “old Europe” of France, Germany and Italy has been stagnating with high levels of unemployment. Germany—one of the last bastions… Leggi tutto

Welfare e immigrazione in Europa: quale modello

Nei flussi di immigrazione internazionale si è ormai affermata una chiara tendenza. Gli Stati Uniti attraggono il 54 per cento dei lavoratori a maggiore qualificazione, mentre l’Unione Europea attrae l’84 per cento dei lavoratori privi di specializzazione. Come abbiamo già evidenziato, nel lungo periodo ciò è un male per l’Europa, perché i lavoratori privi di… Leggi tutto

Distorsioni

Nei giorni scorsi Stefan Tangermann, direttore del dipartimento Alimenti, Agricoltura e Pesca dell’Ocse, ha annunciato che la sua organizzazione ha quantificato l’entità dei trasferimenti totali dai governi al settore agricolo, nel 2003, a 92 miliardi di dollari negli Stati Uniti, lo 0.84 per cento del prodotto interno lordo. Per l’Unione Europea a 15 membri tale… Leggi tutto

Voce del verbo normare

José Manuel Durao Barroso, presidente sedicente liberista della Commissione Europea, ha deciso di dichiarare guerra alla iper-regolamentazione: questa settimana il commissario europeo all’Industria e Impresa, Guenther Verheugen, presenterà una lista di 69 proposte legislative in corso di elaborazione, individuate in una lista di oltre 200 bozze di direttiva, che verranno eliminate prima di raggiungere lo… Leggi tutto

Sfasci e corporazioni

A metà settembre il governo italiano dovrà fornire risposte al Commissario Ue alla concorrenza, McCreevy, in merito a due procedure di messa in mora con le quali l’Unione Europea sta meritoriamente tentando di assestare una picconata al sistema dei tariffari minimi obbligatori di avvocati, architetti ed ingegneri italiani, nell’inane sforzo di aumentare il grado di… Leggi tutto

Il sogno europeo

“Occorre che i dirigenti europei riflettano sul modo in cui spendiamo i soldi europei. Spendiamo in ambito agricolo dieci volte più di quanto spendiamo in ricerca. Capisco che un paese voglia sovvenzionare la propria agricoltura. Ma si pone un problema quando l’Unione Europea decide d’inghiottire il 40 per cento del proprio budget in un settore… Leggi tutto

Populismi ed eurosclerosi

L’Uomo antropologicamente e moralmente superiore si riconosce, di solito, da alcune caratteristiche: l’attitudine a disegnare grandi scenari futuri, tutti rigorosamente kantiani, improntati all’armonia ed alle magnifiche sorti e progressive dell’umanità, purché la medesima si conformi gesuiticamente (perinde ac cadaver) ai dettami ed ai precetti morali del progressismo chiaroveggente. Oppure, si può riconoscere dalla propensione a… Leggi tutto

La Fortezza Europa

Il Consiglio europeo, nella sessione che ha, tra l’altro, approvato la proposta di riforma del Patto di Stabilità e Crescita, ha deciso di accantonare (pardon, di “riscrivere”) il progetto di direttiva sulla prestazione di servizi, che porta il nome del commissario olandese al Mercato Interno nella Commissione Prodi (segnatevi questo nome, lo sentirete ancora…). Il… Leggi tutto

Esteri/Unione Europea

Gli Europarolai colpiscono ancora

(ANSA) – BRUXELLES, 10 MAR – L’Europarlamento vuole che l’Ue faccia di tutto per bloccare le attivita’ terroristiche degli Hezbollah ma, almeno per ora, non chiede apertamente un loro inserimento nella ”lista nera” europea delle organizzazioni del terrore. E’ questa la posizione assunta di fatto oggi dal Parlamento europeo attraverso la risoluzione approvata sulla situazione… Leggi tutto

Liberalismi

Il commissario europeo al mercato interno Charlie McCreevy ha inviato una lettera al governatore della Banca d’Italia Antonio Fazio chiedendo “chiarimenti” sulla posizione dell’istituto riguardo alle regole del mercato interno. Notizia piuttosto interessante, destinata a mettere alla prova il più volte rivendicato liberalismo del governo Berlusconi. Le banche straniere si stanno lamentando della chiusura del… Leggi tutto

Italia/Unione Europea

Polifonia

Romano Prodi afferma che tutta la Gad (o Fed, o come diavolo si chiama ora) è unita nel sostenere la ratifica del Trattato costituzionale europeo sull’allargamento. Contrordine pressoché immediato di Fausto Bertinotti, che dichiara: ”Il presidente Romano Prodi si e’ sbagliato, come lui stesso può testimoniare. Forse facendosi prendere dal proprio entusiasmo di protagonista, come… Leggi tutto

Esteri/Unione Europea

Il test

Il governo sudanese, dopo aver rifiutato il termine di trenta giorni fissato il 30 luglio dall’Onu per disarmare le milizie arabe da esso create allo scopo di realizzare la pulizia etnica nella regione del Darfur, e dopo aver rifiutato la proposta dell’Unione Africana di inviare nella regione un contingente di peace-keeping di almeno 2000 soldati,… Leggi tutto

Discussioni/Unione Europea

Unione europea, vera democrazia?

Il politologo John Fonte è uno dei principali esponenti del pensiero neoconservatore statunitense. A Washington dirige il Center For American Common Culture dell’Hudson Institute, occupandosi tra l’altro di immigrazione e assimilazione, relazioni internazionali, sovranità e democrazia costituzionale. In questo contesto, è interessante analizzare la critica che egli muove alla costruzione unitaria europea. Secondo Fonte, è… Leggi tutto

1 44 45 46
Go to Top