Andrà molto peggio, prima di andare meglio

Category archive

Famous Last Quotes - page 116

Diverso sentire

Famous Last Quotes

…[la partita] non ha alcun significato politico, ha solo un valore sociale. Siamo molto onorati dell’amicizia del presidente Chavez, un uomo che ha grande sensibilità nei confronti dei Paesi poveri del mondo, e questo ci rende molto amici.

Massimo Moratti, in occasione dell’amichevole (a porte chiuse) Inter-Venezuela, mirabile esempio di integrazione verticale nell’industria petrolifera.

Equality

Famous Last Quotes

Democracy and socialism have nothing in common but one word, equality. But notice the difference: while democracy seeks equality in liberty, socialism seeks equality in restraint and servitude.

Alexis De Tocqueville

La migliore dell’anno

Famous Last Quotes/Italia

“Non è vero che non c’è stato, da parte nostra, il coraggio di anticipare le elezioni, coraggio che invece ha avuto Schroeder. Il cancelliere tedesco non poteva farne a meno perché non aveva più la maggioranza in Parlamento, cosa assolutamente contraria rispetto a noi. Quindi no, nella maniera più assoluta [ad elezioni anticipate]”.

Silvio Berlusconi, 21 settembre 2005

UPDATE: …e nel frattempo, la maggioranza di cui dispone Berlusconi boccia il progetto di Finanziaria di Siniscalco.

UPDATE 2: confortato dalle quotidiane attestazioni di stima e solidarietà da parte della maggioranza di cui dispone Berlusconi, ma provando una struggente saudade per le aule universitarie, il ministro dell’Economia si dimette. Via libera alla Finanziaria “sociale”, quella dei condoni perpetui crosettiani, del leggendario “sostegno alle famiglie”, e delle cartolarizzazioni tremontiane. La nave va, Bokassa-Fazio è sempre là, siamo pieni di telefonini e prendiamo pure il treno per spostarci. Amen.

Olivernomics

Finalmente svelata l’identità del ghost-writer di Eugenio Scalfari e Paul Krugman:

“Well ladies and gentlemen, we’re not here to indulge in fantasies, but in political and economic reality. America has become a second rate power. Our trade deficit and fiscal deficit are at nightmare proportions.

Gordon Gekko, Wall Street, 1987

Massoni, ebrei e satanassi assortiti

Quello che segue è un frammento di un’intervista de Il Riformista a Guido Crosetto, responsabile credito ed esperto economico di Forza Italia, ascoltatissimo da Tremonti e Berlusconi, più volte relatore alla finanziaria, autentico appassionato di condoni fiscali. Fosse per lui, ne lancerebbe uno alla settimana, e ne lascerebbe aperti i termini fino al giorno del giudizio. L’intervista si riferisce al dibattito sulla riforma delle attribuzioni della Banca d’Italia:

«Lo scopo principale della mozione è infatti quella di scatenare una discussione più ampia anche alla Camera. Adesso si tratterà di vedere quando verrà calendarizzata – la capigruppo si riunisce martedì prossimo – perché io voglio mettere sul tappeto altre questioni importanti e urgenti». Ad esempio? «Il passaggio della vigilanza sulla concorrenza bancaria all’Antitrust. Ma soprattutto, voglio che si affronti più estesamente il nodo del nostro sistema bancario e che si apra un dibattito sulla necessità di difendere l’italianità». Scusi? «Sì, in quello Fazio ha ragione. Anzi, colgo l’occasione per chiarire una volta per tutte che io ritengo che vada riformata Bankitalia, e di Fazio non mi frega niente, non è il mio problema, né in bene né in male. Ha ragione Berlusconi in questo, e fa bene ad essere cauto. E il problema dell’italianità degli istituti di credito va affrontato seriamente.
Le nostre banche sono dei veri e propri forzieri, grazie alla tradizionale attitudine al risparmio degli italiani. Quindi i nostri istituti di credito fanno gola a molti, soprattutto alla grande massoneria ebraica e americana che è già alle porte». Può farmi qualche nome? «Lo chieda a Prodi, che li conosce bene: una potentissima fetta di mondo finanziario americano e anglosassone. D’Alema invece è dalla parte opposta». Ma Abn Amro c’entra qualcosa? «E’ un esempio eclatante, ma è solo la punta dell’iceberg.”

Ora è tutto chiaro, è il classico complotto pluto-giudaico-massonico. Fortuna che Fazio, sorretto dalla parresia agostiniana, lotta tetragono contro l’Anticristo che assedia via Nazionale…

Splende il sol dell’avvenire

Famous Last Quotes

“La Russia ha già vinto la grande sfida. Nel 1965 le distanze fra i due massimi contendenti saranno ridotte al minimo e in alcuni fattori essenziali saranno scomparse. Nel 1972 l’Urss sarà addirittura passata in testa non soltanto come potenza industriale, ma anche come livello di vita media della popolazione. Tutti i vecchi luoghi comuni della maggiore efficienza dell’iniziativa privata e dell’enorme sperpero di ricchezze che inevitabilmente si accompagna al collettivismo, cadono come castelli di carta di fronte ai risultati raggiunti in quarant’anni dall’economia sovietica.”

Eugenio Scalfari (illuminista e nouveau philosophe), 1959

Il ventre molle della Balena Bianca

Famous Last Quotes

FOLLINI, LEGGE PROPORZIONALE GARANTISCE GOVERNABILITA’

Il proporzionale è una buona idea, non lo dico per interessi di parte. Lo dico dal punto di vista della governabilità”. Lo ha detto il segretario dell’Udc, Marco Follini, prima di partecipare al seminario nazionale organizzato dal Comitato di Todi sul partito unitario della CdL. “Un sistema elettorale – ha spiegato Follini – che addolcisce lo scontro politico rende meno forte la pressione nelle aree più critiche (?, ndr.) e aiuta il paese a ritrovare se stesso (??, ndr.). Commentando invece il progetto del partito unitario Follini ha risposto: “Sono qui solo per ascoltare”.

Romano Prodi, il Quisling italiano

Famous Last Quotes

«Non è un problema il voto sul rifinanziamento della missione: abbiamo già votato varie volte per il no, non dobbiamo tornarci sopra». L’ha detto Romano Prodi prima del vertice dell’Unione a proposito del voto che la coalizione esprimerà sul provvedimento di rifinanziamento della missione in Iraq. «Il nostro no – osserva il Professore – deriva da una constatazione molto semplice, non siamo stati noi ad appiccare l’incendio, a mettere il paese in situazioni così complicate».

Never surrender

Famous Last Quotes

“It is important that those engaged in terrorism realise that our determination to defend our values and our way of life is greater than their determination to cause death and destruction to innocent people in a desire to impose extremism on the world.

“Whatever they do, it is our determination that they will never succeed in destroying what we hold dear in this country and in other civilised nations throughout the world.”

“It is particularly barbaric this has happened on a day when people are meeting to try to help the problems of poverty in Africa and the long term problems of climate change and the environment.”

“We condemn utterly these barbaric attacks. We send our profound condolences to the victims and their families.

“All of our countries have suffered from the impact of terrorism. Those responsible have no respect for human life. We are united in our resolve to confront and defeat this terrorism that is not an attack on one nation, but all nations and on civilized people everywhere.

“We will not allow violence to change our societies or our values, nor will we allow it to stop the work of this summit. We will continue our deliberations in the interest of a better world.

“Here at the summit, the world’s leaders are striving to combat world poverty and save and improve human life.

“The perpetrators of today’s attacks are intent on destroying human life. The terrorists will not succeed. Today’s bombings will not weaken in any way our resolve to uphold the most deeply held principles of our societies and to defeat those who impose their fanaticism and extremism on all of us.

“We shall prevail and they shall not.”

Tony Blair, 7 luglio 2005

Go to Top