Andrà molto peggio, prima di andare meglio

Category archive

Famous Last Quotes - page 118

Bar Sport Bocca – Keep Going

Famous Last Quotes

Questa volta l’audace salto quantico è tra il no al Trattato costituzionale europeo ed il ritorno sul Continente di guerre, lutti, carestie, epidemie e devastazioni assortite. Abbiamo il fondato sospetto che la scienza di Bocca (sempre più nomen omen…) tenda a confondere l’unione politica con quella monetaria e liberoscambista. In attesa del ritorno di barriere doganali, posti di frontiera minati, Verdun e fronti occidentali, proponiamo di iniziare a raccogliere le firme per un referendum parzialmente abrogativo della legge Basaglia. Con un simile testimonial, siamo certi che questa volta non vi saranno divisioni laceranti… Leggi tutto

La ricerca sdoganata

Famous Last Quotes

Siccome siamo un paese di serie B, un paese che impedisce a chi si trova all’estero di votare, domenica non mi potrò esprimere come vorrei, cioè con 4 “Sì” contro la prima campagna-per-la-vita-che-rende-più-difficili-le-nascite. I devoti non si rendono conto di questa contraddizione, come non si rendono conto di quanto sia provinciale oltre che inutile vietare la ricerca scientifica fino a Chiasso, visto che ci penseranno gli inglesi, i coreani, gli americani o gli italiani all’estero a trovare le cure. Per il resto: forza e coraggio. Ancora qualche giorno di sofferenza, poi tutto tornerà come prima.

Christian Rocca, 9 giugno 2005

Franco Marini Dixit (3)

Famous Last Quotes/Italia

“Mi ricordo che una volta, nei rapporti tra partiti comunisti, c’era il cosiddetto “intervento fraterno”. Ora parlano della necessità di “convincerci“, ma in realtà vuol dire costringerci. Senza parlare della minaccia di scatenare schiere di girotondini contro di noi. Mi sembra di tornare ai tempi dell’unità sindacale, quando bastava poco per beccarsi l’etichetta di antiunitario.”

Bar Sport Bocca: la saga continua

Famous Last Quotes

Con cosa intendeva finanziare le grandi opere, risanare la finanza pubblica, presentarsi all’Europa con i conti in ordine, aumentare le pensioni, fermare il carovita, rilanciare la ricerca, sanare le industrie in crisi, fermare lo sfacelo del Mezzogiorno, fermare la fuga dei cervelli, la delocazione delle industrie, il moltiplicarsi dei crack finanziari?

L’Espresso, 22 aprile 2005

Ottima domanda. La giriamo all’Unione, che avrà gli stessi problemi se e quando giungerà al governo del paese, e che non ha ancora presentato un programma. Finalmente un tema bipartisan… Leggi tutto

Franco Marini Dixit (2)

Famous Last Quotes

“Siamo caduti in una contraddizione inaccettabile. Votiamo contro il rinnovo del finanziamento della missione italiana ma non vogliamo il ritiro dei soldati. E come campano quelli senza soldi? Vanno a pescare i pesci del Tigri?”

“Come si fa a non vedere che sta ritessendosi un filo di dialogo tra l’Europa e gli Stati Uniti e che questo rapporto è uno degli elementi del nostro futuro agire politico? Come si fa a non riflettere di fronte allo scatto d’orgoglio degli iracheni? In quale paese europeo la maggioranza assoluta degli elettori sarebbe andata alle urne con il rischio di saltare in aria davanti a un seggio?”

“Come si fa a non ascoltare quello che ha detto il segretario generale dell’Onu (‘Non ho strumenti per intervenire e assicurare sicurezza e stabilità all’Iraq’)? A non capire che il 2005 è un anno straordinario per stabilizzare quel paese con la costituzione e le nuove elezioni politiche?

Ma come diavolo fanno??

Famous Last Quotes

“Oggi si è riunificata la nostra famiglia e la mia famiglia… Come tenere insieme i padri nobili della nostra storia, Gramsci e Berlinguer, con Turati, Nenni, Craxi, e i miei padri… Non era scontato che la mia gente applaudisse, nel sentir pronunciare il nome di Craxi. Ma io sentivo che sarebbe accaduto… Mi sentivo in diritto di farlo, perché io non ho mai detto una parola contro Bettino Craxi. Dell’ultima generazione del Pci, io sono stato l’unico a non avere mai avuto asprezze con lui”.
(Piero Fassino, Corriere della Sera, 6 febbraio 2005).

“Mi occupavo di Esteri, e per due anni ho trattato con Craxi e con tutti i partiti socialisti il nostro ingresso nell’Internazionale socialista… Con nessuno ho mai detto una parola contro Craxi. E lui me ne ha dato atto…”.
(Piero Fassino, Corriere della Sera, 6 febbraio 2005).

“Si può naturalmente comprendere l’imbarazzo e l’irritazione di Del Turco per la diffidenza con cui i partiti socialisti europei guardano oggi al Psi. Ma di ciò il Pds non porta alcuna responsabilità. E’, invece, una delle tante conseguenze nefaste della politica di Craxi. Del Turco, anziché prendersela con Occhetto, faccia la cosa più semplice e chiara: compia atti inequivocabili che dimostrino che il Psi vuole cambiare davvero politica e vuole chiudere definitivamente con quel periodo”.
(Piero Fassino, Ansa, 5 luglio 1993).

“Il Pds ha risposto, con una dichiarazione di Piero Fassino alle affermazioni fatte oggi dal senatore Enrico Speroni a Strasburgo a proposito della carica di vicepresidente dell’Internazionale socialista ricoperta da Bettino Craxi. Speroni aveva detto che il Pds non aveva ‘sollevato obiezioni’ in proposito. ‘L’on. Speroni – ha risposto ora Piero Fassino – è noto per le sue boutade provocatorie che spesso lo portano a parlare a sproposito. Il tentativo di Speroni di far credere che il Pds sarebbe indulgente verso Craxi è semplicemente ridicolo e patetico. Basterebbe ricordare con quale pervicacia persecutoria l’on. Craxi va da mesi di procura in procura mendicando l’apertura di inchieste sui dirigenti del Pds. E’ inutile che Speroni cerchi dei diversivi per occultare che l’alleanza della Lega con Berlusconi sta riciclando squalificati personaggi cresciuti e affermatisi in pieno craxismo. Quanto al fatto che Craxi sia ancora vicepresidente dell’Internazionale socialista, il Pds ha già sollevato la questione chiedendo al presidente dell’Internazionale, Pierre Mauroy, di trovare rapidamente una soluzione che elimini tale ambiguità”.
(Ansa, 8 marzo 1994).

“La comunicazione di Mauroy (sulle dimissioni forzate di Craxi da vicepresidente dell’Internazionale Socialista, ndr) è stata accolta con favore da Piero Fassino, responsabile esteri del Pds: ‘E’ la naturale e logica conclusione di un’evidente incompatibilità che si era determinata tra la condizione personale di Bettino Craxi e l’incarico di vicepresidente dell’Internazionale socialista’”.
(Ansa, 18 marzo 1994).

Resistere, resistere, resistere

Famous Last Quotes

Dichiarazione di Paolo Serventi Longhi, segretario della Federazione Nazionale della Stampa, sul rapimento a Baghdad della giornalista del Manifesto Giuliana Sgrena:

“La guerra sta dilaniando l’Iraq. Noi giornalisti dobbiamo restare lì. Se il governo ci invita ad andarcene noi dobbiamo respingere questo invito. Temo che questo sequestro faccia aumentare i tentativi del governo di invitare noi giornalisti ad abbandonare il Paese. Giuliana è stata rapita nel centro di Baghdad, conosce benissimo la realtà irachena. Noi dobbiamo continuare a fare il nostro mestiere, quello di raccontare la realtà senza intimidazioni”

Da questa dichiarazione non è chiaro se l’intimidazione sia rappresentata dal rapimento di Sgrena o piuttosto da un eventuale invito (mai fatto finora) da parte del governo italiano ai connazionali giornalisti a lasciare l’Iraq…

Avanti popolo

Famous Last Quotes

Giorgio Bogi, ex Pri (il partito che fu di Ugo La Malfa), ora esponente dei Ds: “Lenin sosteneva che è tempo di rivoluzione quando le masse non vogliono più essere governate nel modo vecchio ed il governo non è capace di governare se non nel modo vecchio: qui in Italia siamo a questo bivio”. Dopo il saluto di Romano Prodi alla platea del Palalottomatica (“Care compagne, cari compagni”), attendiamo qualche oratore che esibisca una citazione dal “caro Leader”, Kim Il Sung. In difetto, anche Pol Pot andrà benissimo.

Bar Sport

Famous Last Quotes/Italia

Giorgio Bocca
O della triste parabola discendente di una delle firme più prestigiose dello scorso secolo.

Resistere, resistere, resistere – “I veri resistenti in Iraq sono quelli che resistono (Monsieur De Lapalisse, ndr.) , caro Fassino, non quelli che la pensano come noi, i ricchi della Terra che, gira e rigira, la pensiamo come gli americani. Dire che i veri resistenti iracheni sono quelli che sono andati a votare significa che a nostro parere i resistenti armati, quelli che guidano le autobombe, che attaccano la polizia collaborazionista non lo sono, sono delle presenze demoniache indegne del nome di resistenti.” L’Espresso, 25 febbraio 2005

Eh si, gira e rigira la pensiamo sempre come gli americani…Otto milioni di collaborazionisti il 30 gennaio sono andati a votare…

Leggi tutto

I have a nightmare

Famous Last Quotes

Parole e musica di Marco Ferrando, leader della minoranza trotzkista (??) di Rifondazione comunista ed ex docente di storia e filosofia in un liceo milanese (l’Ottavo Liceo Scientifico Statale) a inizio anni Ottanta, ruolo nel quale chi scrive lo ricorda nelle kermesse assemblearistiche:

“I dirigenti liberali della Gad, legati alle classi dominanti, perseguono il metodo antico dell’integrazione, offrendo posti di ministri alla sinistra. Ma ci vuole un’opposizione di massa, bisogna organizzare lotte radicali a oltranza per piegare il governo e il padrone. E’ necessario costruire insieme un polo autonomo di classe e anticapitalistico. (…) Possiamo affidare a Prodi le chiavi di un altro mondo possibile”?

Go to Top