Andrà molto peggio, prima di andare meglio

Category archive

Rassegna Stampa

Dicono di Phastidio...

Il settimanale – 21/5/2016

Rassegna Stampa
  • In Italia oggi siamo in condizioni fiscali moderatamente ma inequivocabilmente espansive, anche dopo aver ottenuto da Bruxelles l’agognata “flessibilità”. Ma la produttività resta stagnante, la demografia ci gioca contro ed il rapporto di indebitamento non vuol saperne di scendere, perché la nostra crescita è insufficiente. Ecco perché le nostre banche rischiano di finire nel mirino dei mercati;
  • A proposito, in questo momento le nostre banche operano con un margine d’interesse che è basso in un modo preoccupante, proprio per mancanza di crescita vera;
  • C’è un calo nella spesa pubblica italiana per beni intermedi. Voi lo vedete? Neppure noi;
  • Il governo Renzi sta per inventarsi il private equity per il piccolo (ma neppure troppo) risparmiatore. Cercate di non fare danni;
  • Se volete capire cosa significa fare deficit di pessima qualità (i.e. buttare soldi), rivolgetevi al nostro incompreso premier, che è uno dei massimi esperti della materia;
  • Di mancia in mancia, la gentile signora con maturità classica che guida pro tempore il ministero della Salute combatte contro il declino demografico. Un po’ come il tizio che si è comprato l’auto per avere in omaggio i buoni benzina;

Leggi tutto

Il settimanale – 14/5/2016

Rassegna Stampa

Orgoglio e dipendenza

Puntata di Omnibus La7 di venerdì 6 maggio, condotta da Alessandra Sardoni con Vincenzo Amendola (sottosegretario Esteri), Federico Rampini (la Repubblica), Massimiliano Fedriga (Lega Nord), Angela Mauro (l’Huffington Post), Lorenzo Pregliasco (YouTrend.it) ed il vostro titolare. Qui sotto una pillola: la leggenda dell'”austerità” che non c’è più da un paio d’anni, uno sguardo al parametro fondamentale della nostra economia, il rapporto debito-Pil, che è cartina di tornasole della forza della nostra crescita, o della mancanza di essa; il significato ultimo del termine “flessibilità” di bilancio (spoiler: più deficit e debito) e l’inopinata tendenza degli italiani a mescolare patrio orgoglio e reiterata domanda di “solidarietà”, che significa che “altri” devono partecipare al finanziamento delle nostre decisioni di spesa. Che tuttavia sono solo nostre, sia chiaro.

Leggi tutto

Il settimanale – 7/5/2016

Rassegna Stampa

Leggi tutto

Il settimanale – 30/4/2016

Rassegna Stampa

Il settimanale – 23/4/2016

Rassegna Stampa

Il settimanale – 16/4/2016

Rassegna Stampa
  • Nasce Atlante, tenterà di portare su spalle non robustissime il peso delle sofferenze bancarie. È un veicolo privato ma “patrocinato” dalla Cassa Depositi e Prestiti, cercherà di puntellare un sistema bancario che rischia il naufragio, è troppo piccolo per fare cose rilevanti ma se perseguisse i numeri del ministro dell’Economia collasserebbe sotto il peso della propria leva finanziaria. Auguri;
  • Deficit-Pil ai minimi da 15 anni, costo del servizio del debito ai minimi dal 1978. “Grazie, Mario”;
  • Lo scorso anno la produttività del lavoro italiano è rimasta stagnante o addirittura lievemente cedente. Quanto sono efficaci queste grandi riforme a colpi di effimeri sussidi al mercato del lavoro, eh?
  • Cercasi spiccioli, disperatamente;
  • Qui si fa la Storia, potremo mai preoccuparci dei dettagli?
  • Consumatori. Di tasse altrui;
  • Tutto si tiene: per omissis bancari ed altri segreti di Stato, serve la caricatura di un FOIA;

Leggi tutto

Il settimanale – 9/4/2016

Rassegna Stampa

Il settimanale – 2/4/2016

Rassegna Stampa
  • Scoperto per puro caso che le quattro good bank nate dalle banche “risolte” hanno una data di scadenza, come lo yogurt. La toppa di Bankitalia rischia di essere peggiore del buco, soprattutto per la reputazione di Palazzo Koch;
  • Il prezzo di cessione delle sofferenze delle quattro banche non era un benchmark ma anche si:
  • Ma le banche cambiano in tutto il mondo e per ogni dimensione. E non sarà un processo indolore;
  • Confindustria corre in soccorso del deficit di Renzi ma scorda di valutarne la (scarsa) qualità;
  • Sempre a proposito di amnesie, vero tratto distintivo nazionale, che parte da molto lontano;
  • In Giappone esiste uno strano tipo di welfare per anziani;

Leggi tutto

Il settimanale – 26/3/2016

Rassegna Stampa
  • Che i numeri dei bilanci fossero una finzione lo sapevamo. Ora ce lo confermano anche illustri umanisti;
  • Rispondono quasi altrettanto illustri matematici prestati alla politica e ispirati da Orwell: maggiori spese sono minori imposte;
  • Il Jobs Act sarà il più costoso fuoco d’artificio della storia d’Italia;
  • C’è rischio di perdita per uno strumento finanziario? Statisticamente si, lo chiamano rischio. Meglio far finta di nulla, allora;
  • La candidata grillina al Campidoglio muove i prezzi azionari nel breve periodo? Forse si, ma se fosse coerente potrebbe muoverli enormemente, in caso di vittoria;
  • Perché è assai più probabile che sia la Bestia ad affamarci, e non viceversa;
  • Il prossimo capitolo del complotto contro l’Italia;
  • Un consiglio: non caricate troppo le carte prepagate;
  • Facili previsioni;
Go to Top