Andrà molto peggio, prima di andare meglio

Category archive

Rassegna Stampa

Dicono di Phastidio...

Il settimanale – 24/9/2016

Rassegna Stampa
  • Si avvicinano la nota di aggiornamento al Def e la legge di Stabilità 2017. Renzi mette in scena per il terzo anno di fila il solito teatrino per coprire i buchi di una politica di deficit inefficace ed inefficiente. Farà come Rhett Butler, infischiandosene della soglia del 3%? Non gli conviene;
  • A proposito di Ue moribonda, il suo problema è uno solo: troppi compromessi tra (tutti) gli stati nazionali. Ma anche il ritorno a questi ultimi produrrà problemi e paralisi, perché siamo tutti interconnessi;
  • E a proposito di interconnessioni, la sapete quella dei referendum svizzeri che sono l’apoteosi della sovranità popolare sin quando il parlamento, assalito dalla realtà, non decide altrimenti?
  • in Italia, authority e organi di controllo sono ormai diventati la prosecuzione della guerra per bande politiche con altri mezzi;
  • Continuano le alchimie monetarie della banca centrale giapponese. Difficile credere al lieto fine;
  • La differenza tra la moneta ed i neuroni, secondo il nostro comico preferito;

Leggi tutto

Il settimanale – 17/9/2016

Rassegna Stampa
  • Prima delle cupe previsioni di Confindustria per il Pil italiano 2017, Pier Carlo Padoan aveva escluso alleggerimenti Irpef per il 2017, dicendo tuttavia che la pressione fiscale è comunque in calo. Certo, come no;
  • Che accadrà al termine del Qe della Bce? Per l’Italia, nulla di buono;
  • Due parole sul surplus commerciale tedesco, la cui eventuale (ed auspicabile) riduzione non porterebbe benefici decisivi all’Italia;
  • Due euro is mègl che uan? Anche no;
  • In Italia la produttività del lavoro sta letteralmente affondando;
  • Dove e come l’Italia ha speso i fondi europei per ricerca ed innovazione;
  • La vecchia era delle nuove Iri si arricchisce di un nuovo capitolo: un treno chiamato spesa pubblica;
  • In Giappone si registra un lieve aumento di immigrazione: è l’inizio di una nuova era?

Il Phastidio del doppio euro

Puntata di Spazioeconomia del 12 settembre, condotta da Flaminio De Castelmur e Riccardo Pizzorno, ospiti Francesco Simoncelli ed il vostro titolare. Si parla di doppio euro, la trovata riciclata da Joseph Stiglitz per promuovere il suo ultimo libro, e che gira sopra le nostre teste ormai da un lustro. Oltre a varia altra umanità, tra cui l’incapacità storica (antropologica?) dell’Italia a stare in un accordo di cambio e farsi disciplinare da un vincolo esterno, la difficoltà a fare riforme supply side in assenza di domanda, il nostro esistenziale handicap demografico. Dal minuto 20 circa al minuto 56. Buon ascolto.

Il settimanale – 10/9/2016

Rassegna Stampa

Leggi tutto

Un phastidioso upgrade

Ieri è accaduto un fatto piuttosto interessante: il rilancio di un vecchio post di Phastidio, per profilare il nuovo assessore al Bilancio di Roma, ha avuto nel giro di poche ore una sorprendente diffusione virale, con migliaia di visualizzazioni di pagina e centinaia di condivisioni sui social. Se siete abituati a leggere solo questi pixel, il post era questo. Dove si dava conto di come, nel corso di un’intervista a Lorenzo Salvia del Corriere, Angelo Raffaele De Dominicis avesse spezzato le reni alle agenzie di rating, novello procuratore di Trani ad honorem, tirando la volata nientemeno che a Barack Obama.

Leggi tutto

Il settimanale – 3/9/2016

Rassegna Stampa
  • Il Regno Unito spinto dalla forte espansione monetaria post referendum. Per la Brexit, quella vera, c’è tempo;
  • Si fa strada un’ipotesi alternativa per l’operazione monstre che dovrebbe ripulire la banca più problematica d’Europa. Attenzione, ché di piani B son piene le fosse;
  • Torna la stralunata propaganda renzista, con un menù rigorosamente à la carte e l’abituale codazzo di watchdog accucciati;
  • Nel secondo trimestre l’Italia si conferma a crescita zero, ma alla fine il contentino decimale arriva lo stesso;

Leggi tutto

Il settimanale – 6/8/2016

Rassegna Stampa
  • Dopo l’annuncio del piano barocco (o gotico?) per rimettere Monte Paschi in linea di galleggiamento, è del tutto evidente che restano in essere moltissime incognite, prima fra tutte il dimensionamento delle tranche della maxi cartolarizzazione delle sofferenze, che qualcuno aveva invece già dato per fatto, mentre le casse degli ordini professionali si sfilano;
  • L’occasione è tuttavia propizia per consentire al presidente dei banchieri italiani di esternare alcune bizzarre teorie e molta nostalgia liberal-statalista;
  • Nel frattempo Renzi, che già celebra il lieto fine, coglie l’occasione per esibirsi nella sua attività preferita, lo scaricabarile sul passato. Sfortunatamente, il passato è lui;
  • La congiuntura italiana scoppia di salute: recessione industriale ormai conclamata e dettaglianti depressi indicano che l’Italia è ripartita: ingranando la retro;
  • Giappone, quando la demografia gioca contro la salute fiscale di un paese;
  • Nel paese dei maghi del pacco, potevano mancare gli anni fatti di tredici mensilità?
  • Intanto il garrulo Renzi non convoca l’ambasciatore turco ma cinguetta;
  • Vi servono ospiti tv prevedibili, tranquillizzanti e che non citino dati del mondo reale? Non chiamatemi;
  • Iniziano le feroci dissonanze cognitive che piagheranno i poveri grillini sino al fallimento: loro e del paese;
  • Impoverimento sovrano, edizione britannica (ante Brexit);

Lo stress test della Belva

Finale di stagione de I conti della Belva su Radio24, con una puntata interamente dedicata agli esiti degli stress test delle banche europee, ed all’ennesima manovra di “salvataggio” di MPS. Basterà? Quante incognite all’orizzonte? Quante ipotesi eroiche per arrivare in porto? È tutto qui, buon ascolto.

Il settimanale – 30/7/2016

Rassegna Stampa

Il settimanale – 23/7/2016

Rassegna Stampa
  • Nasce il governo May, ma per la Brexit la strada è ancora molto lunga. Incertezza destinata ad aumentare, e gli effetti sull’economia cominciano a vedersi. Soddisfazione in Italia, dove si è sempre alla disperata ricerca di uno shock esterno che colpisca soprattutto noi;
  • Intanto, si fa grande fatica a stare al passo delle rutilanti soluzioni con le quali MPS è stata messa in sicurezza, e continua ad esservi messa ogni giorno: quasi un trionfo, in attesa del risveglio;
  • Nuovi portafortuna: dopo la zampa di coniglio, il ferro di cavallo, il quadrifoglio ed il cornetto rosso, il giornalista-istituzione;
  • Tesi e antitesi per i grillini pari sono;
Go to Top