Andrà molto peggio, prima di andare meglio

Tag archive

Banche

Una tassa chiamata banca

Economia & Mercato/Italia

È vero che la redditività delle banche, soprattutto europee e soprattutto italiane, è messa a durissima prova dal cocktail velenoso rappresentato da tassi negativi o nulli, peso delle sofferenze, congiuntura anemica, struttura dei costi fissi o semifissi come quello del personale, peso degli adempimenti e della regolazione, prudenziale e ordinaria. Vero anche che la concorrenza tra banche rischia di essere distruttiva, se incardinata solo sul fattore prezzo. Vero che le banche stanno quindi disperatamente cercando di aumentare i ricavi da commissioni e servizi, visto che il buon vecchio margine di interesse non si sente troppo bene.

Leggi tutto

Liquido, nazionalizzo, faccio il bail-in e non pulisco il water

In caso vi fosse sfuggito, vi segnaliamo un post apparso sul blog di Beppe Grillo che spiega come e qualmente sia possibile avere la botte piena e la moglie ubriaca, punire i cattivi e premiare i buoni, avere burro e cannoni, nell’ormai stucchevole caso di MPS. Un esempio da manuale di come si possa lisciare il pelo all’uditorio ed all’ignoranza, per portare a casa consenso, in attesa di arrivare nella stanza dei bottoni. E, ovviamente, rompersi i denti.

Leggi tutto

La fortuna aiuta gli inconsapevoli. A volte. In Italia

Economia & Mercato/Italia

Oggi sul Fatto, Giorgio Meletti torna sulla questione dei fortunati azionisti di banche popolari non quotate, che sono riusciti a vendere ai massimi storici assoluti le loro azioni illiquide, ricomprate dalla banca (in alcuni casi incrociando “in casa” partite in vendita ed in acquisto, in altri “a fermo”), prima del crack. Come abbiamo scritto in passato, parliamo di maestri di market timing, e non si deve pensare male. E poiché la vita, oltre che tutto un quiz ed un talk show è anche un trading, oggi siamo a narrarvi le avventure di un trader a sua insaputa; per giunta, qualcuno che fa mostra di avere gravi deficit formativi, nel ruolo di risparmiatore. Forse.

Leggi tutto

Ionesco in banca

Economia & Mercato/Italia

Oggi facciamo un riepilogo sullo stato dell’arte dell’operazione di salvataggio del solidissimo sistema bancario italiano. Salvataggio che qualche anima semplice pensa origini e termini con il Monte dei Paschi. Spigolando tra le notizie degli ultimi giorni, ecco cosa ci è apparso meritevole di segnalazione e riflessione, al netto delle solite idiozie patriottico-sistemiche che ammorbano le nostre esistenze ed anche quelle di molti poveri giornalisti che sono comandati a scrivere su base giornaliera sul nulla perché comunque devono pagare le bollette. A loro va la nostra solidarietà.

Leggi tutto

Il dissesto aziendale è incostituzionale, in Italia

Su lavoce.info è comparso un post, a firma di Lorenzo Cuocolo, dal titolo “Bail in incostituzionale?“, che è soprattutto una domanda retorica, viste le considerazioni svolte dall’autore. Non abbiamo certamente i titoli per argomentare alla pari con Cuocolo in materia, ma forse una modica quantità di buonsenso avrebbe evitato di sostenere argomentazioni che rasentano l’assurdo.

Leggi tutto

Una fondazione è per sempre

Economia & Mercato/Italia

Come valorizzare al meglio i beni confiscati e sequestrati alla criminalità organizzata? Attualmente è previsto che all’Agenzia nazionale beni sequestrati alla criminalità (Anbsc) vadano immobili e terreni, mentre al Fondo unico per la giustizia (Fug) vanno attività finanziarie e liquidità. L’attuale assetto non è privo di criticità varie (immaginiamo pure quali), come segnalato dalla Corte dei conti. Ed ecco uscire dal cilindro la proposta di completa ristrutturazione nella gestione dell’intervento, a mezzo di un ente pubblico posto sotto l’egida di Palazzo Chigi. Da chi proviene la proposta?

Leggi tutto

In caso di bail-in

Sappiamo che non ce ne sarà bisogno alcuno, visto che le nostre banche sono solide e così spero di voi, ma riteniamo utile segnalare uno schema di esecuzione di un eventuale bail-in che avrebbe il pregio di conseguire la sostanziale parità di trattamento tra investitori nella stessa tipologia di obbligazioni, la protezione dei piccoli risparmiatori ed il rispetto delle norme vigenti. Uno schema talmente lineare e di semplice esecuzione che in nessun caso verrà anche solo preso in considerazione dai policymaker, non solo italiani.

Leggi tutto

Un paese in sofferenza. Psichica

Dunque: le nostre banche sono solide. Non hanno rilevanti problemi. È il mercato che tutto ingigantisce, e sbaglia candeggio. “E loro, allora?“. Mi ha detto mio cuggino che siamo una squadra fortissimi. Le garanzie eccedono grandemente l’entità degli affidamenti. Atlante è un affare, Atlante 2 lo sarà ancor di più. Non esiste un caso MPS. E via cantando. Mentre attendiamo che nuovi patrioti mettano soldi in Atlante 2, e tutti si stanno sfilando canticchiando, urge aguzzare l’ingegno.

Leggi tutto

Siam pronti alla morte, il debito chiamò

Intervistato da Libero, che ci fa sopra una vibrante collezione di titoli e sottotitoli patriottici (“La Merkel ci ruba le banche” è über alles), il vulcanico professor Giulio Sapelli si esibisce nel suo non originalissimo ma sempre godibile repertorio di stralunate citazioni storiche a sostegno della sua ossessiva visione neo-risorgimentale, al centro della quale ci sono la Prussia che tutto soggioga e l’Italia che deve resistere al tentativo di affamarla. Non fermatevi ai tradizionali flussi causali: la Storia con la maiuscola è un libro esoterico, e solo a pochi eletti è data la capacità di leggerne i capitoli ed intuire il loro disvelarsi. Sapelli è tra quelli.

Leggi tutto

Articolo 47, l’ultimo alibi

Oggi, nel corso dell’assemblea annuale Abi, il presidente Antonio Patuelli ha ribadito quello che è diventato un cavallo di battaglia del nostro establishment in pre-bancarotta intellettuale (e non solo): no al bail-in, bisogna tutelare l’articolo 47 della Costituzione più bella del mondo, quello che recita che “la Repubblica incoraggia il risparmio in tutte le sue forme”. La tesi di Patuelli & C. è tuttavia un classico non sequitur, o meglio è l’alibi perfetto per una classe dirigente che perpetua il proprio fallimento.

Leggi tutto

Go to Top