Andrà molto peggio, prima di andare meglio

Tag archive

Berlusconi

A bonus, bonus e mezzo

Mentre la legge di Stabilità procede nel suo iter parlamentare, emergono alcune palesi incoerenze nelle erogazioni previste dal governo, i cosiddetti bonus. E l’effetto d’insieme non fa che confermare che l’operazione avviene in base a premesse assai poco chiare.

Leggi tutto

Maestri e allievi

Adotta Un Neurone/Italia

«[Silvio Berlusconi] È convinto che certe sue proposte, contenute nel programma elettorale 2013, siano state copiate con profitto dallo spagnolo Rajoy e dal britannico Cameron»

Ugo Magri, La Stampa

A noi però sfugge come sia possibile che, proposte “contenute nel programma elettorale 2013” di Berlusconi possano essere state “copiate con profitto” da premier che sono al potere rispettivamente da dicembre 2011 e da maggio 2010. O forse Rajoy e Cameron hanno copiato solo nell’ultimo anno il programma del deCav, consentendo alle rispettive economie di spiccare il volo? Ah, saperlo. Come che sia, il Made in Italy trionfa ancora.

Così morti da sentirsi risorti

Discussioni/Italia

All’indomani della sentenza di appello che assolve Silvio Berlusconi nel cosiddetto processo Ruby, le lancette dell’orologio italiano sono state gioiosamente riportate indietro, ed ora è tutto un affannarsi di retroscenisti politici (la categoria che meglio di qualsiasi altra incarna il declino del paese) intorno ai cosiddetti “nuovi scenari” che questo evento produrrà. Le cose non stanno così, ma quando si vive in una foresta pietrificata a volte i miraggi abbondano.

Leggi tutto

La storica ruota di scorta

Questa con tutta probabilità verrà smentita entro la serata, ma è comunque pregevole. Come riferisce l’Ansa, Silvio Berlusconi avrebbe cercato di convincere i suoi recalcitranti “colleghi” di partito ad accettare l’accordo con Matteo Renzi sulla riforma del Senato con questa ficcante argomentazione:

Forza Italia è centrale ma se ci tiriamo fuori dall’accordo diventiamo ininfluenti perché Renzi, dopo le Europee, ha acquisito un grande consenso ed ha comunque i numeri per fare le riforme.

Che tradotto vuol dire, esattamente: noi non contiamo nulla e saltiamo sul carro del vincitore, anzi ci restiamo. Però io magari qualcosina la porto a casa comunque, vedete voi cosa. Come avrebbe detto Gioann Brera, primo non prenderle. Per il Sunset Boulevard, in fondo a destra.

Un paese di comici inemendabili

Prendete buona nota che, per Forza Italia, la copertura del bonus Irpef di 80 euro, auspicabilmente esteso a pensionati ed incapienti, non deve passare per la tassazione del risparmio (siamo d’accordo), bensì deve essere ottenuta tramite

(…) la dismissione del patrimonio pubblico immobiliare e la cessione di quote delle Poste e dell’Eni. Soldi con cui eliminare la Tasi almeno sulla prima casa e sostenere economicamente famiglie e imprese. Mentre in prospettiva l’obiettivo è di aumentare pensioni minime, tagliare l’Irap, eliminare l’Imu su terreni agricoli.

E non dimenticate le dentiere ed un trenino elettrico, per i bimbi e non solo.

Leggi tutto

Un giorno di ordinaria dichiarazia a Cialtronia – 2

Nel caso vi fosse sfuggito, il deCav Silvio Berlusconi, l’autentica peperonata della vita politica italiana, data la tendenza ormai neurovegetativa a ripresentarsi, con le sue fiabe e le sue ricostruzioni “storiche” da diva del muto nell’epoca delle balle in technicolor renziste e grilline, è tornato ad accamparsi sui media, non solo quelli della Casa. Nulla di inedito, s’intende, ma qualche ruttino degno di menzione emerge ancora.

Leggi tutto

Un giorno di ordinaria dichiarazia a Cialtronia

Liberals like us – “A Sochi ribadirò la contrarietà dell’Italia a qualunque normativa discriminatoria nei confronti dei gay, nello sport e fuori dallo sport”. Lo ha detto il premier Enrico Letta a Doha confermando la sua partecipazione alla cerimonia inaugurale delle Olimpiadi invernali (Ansa)

E già che c’è, Letta ribadisca a sé stesso ed al mondo che l’Italia continua ad essere priva di una legislazione sulle unioni civili, e che ogni volta che qualcuno tenta di colmare la lacuna, usando nel caso anche ardite espressioni anglosassoni per camuffare abilmente l’iniziativa, le sabbie mobili inghiottono tutto, silenziosamente ed inesorabilmente.

Leggi tutto

Go to Top