Andrà molto peggio, prima di andare meglio

Tag archive

Christian-Rocca

Spremuta di tasse, ma trionfa sempre Bush

Contravvenendo allo spirito natalizio ed alla quiete sintetica che di solito caratterizza l’inizio anno di noi decadenti occidentali, ci corre l’obbligo di segnalarvi un piccolo dettaglio sul cosiddetto “accordo” tra Casa Bianca (e Democratici) e Repubblicani per “evitare” l’ormai celebre Fiscal cliff , che molti giornalisti italiani avevano già adottato come surrogato delle profezie Maya.

Leggi tutto

Agenda Camillo, la fantasia al potere

Oggi il nostro tuttologo multimediale di riferimento, avventurandosi su un terreno che palesemente non è il suo, attribuisce a Massimo Gaggi del Corriere un pensiero che semplicemente quest’ultimo non ha mai espresso. Quando si dice il wishful thinking.

Leggi tutto

Il cronista dei due mondi. Mentali

Adotta Un Neurone/Esteri/Italia

Ora che abbiamo (forse) appurato che Jared Lee Loughner è un folle cane sciolto, un fuori di testa, uno schizofrenico (ma chi ha detto che le malattie mentali si associano necessariamente alla violenza? Non è che siamo un po’ troppo sbrigativi?), ma soprattutto una monade assolutamente impermeabile alla retorica violenta ed eliminazionista del “dibattito” politico (infatti è per puro caso che il giovanotto ha sparato in testa ad una deputata), la domanda sorge spontanea.

Leggi tutto

Camillo, chi era costui?

di Mauro Gilli

Apprendiamo che, secondo Christian Rocca, il seguente scambio tra Henry Kissinger e Richard Nixon dimostrerebbe la bancarotta morale del realismo politico:

Kissinger: “The emigration of Jews from the Soviet Union is not an objective of American foreign policy. And if they put Jews into gas chambers in the Soviet Union, it is not an American concern. Maybe a humanitarian concern.”
Nixon: “I know. We can’t blow up the world because of it”

Ha ragione Rocca? No.

Leggi tutto

Subsidy Party

Ieri, il nostro tuttologo multimediale di riferimento ha vergato un agile peana per Sergio Marchionne e per i creativi che hanno realizzato il nuovo spot televisivo della Dodge Challenger. Che ammicca, in nome della libertà, ai Tea Parties ed allo spirito delle colonie. E qui Rocca riesce in una spericolata operazione-twist: abbandonare Obama al suo destino di bieco statalista e magnificare l’abilità imprenditoriale di Marchionne, di cui i giornali americani già “elogiano lo stile” (del maglioncino?), mentre “i primi risultati cominciano a dargli ragione”.

Leggi tutto

Quando il neurone è in vacanza

Adotta Un Neurone/Italia

Siamo in estate, la stagione dei colpi di sole, dell’insostenibile leggerezza dell’essere, dei torpori di varia natura. Possibile anche che questo sito, che di solito non fa del bar sport, si dedichi ed elucubrazioni pallonare allo stesso modo in cui lo fanno tutto l’anno altri noti opinionisti blogosferici, spesso neppure parlando di calcio. Consentiteci quindi una licenza poetica alla dea Eupalla, come avrebbe detto Gioanbrerafucarlo.

Leggi tutto

Coincidenze inquietanti

Italia

Pare proprio che, anche dopo le ultime prese di posizione della stampa “amica” del premier (Feltri e Sechi, per non fare nomi), a difendere la legge-porcata sulle intercettazioni siano rimasti il nostro tuttologo multimediale di riferimento e il Lìder Massimo. Per l’ennesima volta il governo getta via il bambino con l’acqua sporca, dev’essere un vizio congenito.

P.S. Si lo sappiamo, ci sono anche Ferrara e Facci, ma l’accostamento era troppo intrigante, passateci la licenza poetica. In fondo, non è più grave che scambiare wages per income.

Il modello editoriale del futuro

Che altro aggiungere?

«Non sta a me – la mia amicizia con Christian è nota e rivendicata spesso qui – spiegare quanto siano riconosciute le sue qualità e competenze come inviato, esperto di politica internazionale, di internet e comunicazione online, e di molti temi importanti per l’informazione contemporanea e che le strutture giornalistiche tradizionali stanno cercando di affrontare per colmare le loro dichiarate carenze in questo senso»

E neppure si attacca al lavoro del vostro dentista.

Leggi tutto

Il bacio della morte

Adotta Un Neurone/Italia

Correva il 25 luglio del 2009, grassetti nostri:

«Che il prossimo sarà il primo campionato regolare dal secondo scudetto capelliano della Juventus si capisce da un paio di altre cose. Indossatori e Milan sembrano costretti a guardare i bilanci. E, soprattutto, la Juventus ha fatto una campagna acquisti per rafforzare la squadra, non per indebolirla. Complimenti per Diego e Felipe Melo, e spero che questo Caceres sia davvero buono (io non l’ho mai visto, ma mi stupisce che non ne parli Montero). La squadra mi pare ottima, ricca ed equilibrata. Un terzino sinistro non serve, Molinaro (e De Ceglie vanno benissimo).
Due punti di domanda: riuscirà Ciro, il nostro Benedetto Croce, a gestire tutti gli attaccanti? Io la vedo dura»

Leggi tutto

Go to Top