Andrà molto peggio, prima di andare meglio

Tag archive

Costi-della-politica

La strada dell’inferno è lastricata di buoni emendamenti

Economia & Mercato/Italia

Nuova esaltante vittoria del M5S in sede legislativa. La Commissione Affari Costituzionali della Camera ha approvato un emendamento del deputato pentastellato Claudio Cominardi che prevede che gli amministratori di società partecipate pubbliche con bilanci in perdita non possano percepire alcun bonus. Non è fantastico, tutto ciò? Come sempre, il diavolo si nasconde nei particolari, e la scarsa o nulla alfabetizzazione economica dei nostri parlamentari fa il resto.

Leggi tutto

Ventisei, i ladri

Nella nuova Smorfia italiana, pare proprio che per il nostro esecutivo il 26 sia un numero magico, quanto e più di 80 (o di 18). La tassazione sui frutti del risparmio su strumenti finanziari differenti dal debito pubblico (le cosiddette rendite finanziarie pure) è stata portata quest’anno al 26%. Identica aliquota pagano le Casse professionali, mentre i fondi pensione del secondo pilastro godono della aliquota “agevolata” del 20% (era 11,5%), e quindi dovreste essere grati solo per questo. Ma 26% è anche la detrazione d’imposta che si potrà ottenere per le erogazioni “liberali” e le donazioni ai partiti politici.

Leggi tutto

Vantaggi della sovranità monetaria

Uno su tutti: pagare tangenti in una moneta che possiamo stamparci in casa, visto anche l’esito positivo di alcuni recenti esperimenti su scala ridotta. In subordine, se non dovessimo riuscire a tornare sovrani, potremo sempre proseguire nel commendevole tentativo di espungere gli investimenti infrastrutturali dal calcolo del rapporto deficit-Pil europeo. Perché si sa che c’è grande fame di investimenti pubblici, e basta con questo liberismo sfrenato che ci sta impoverendo. La tragedia italiana è che affamare la bestia non funziona, in questo paese, ma non per i motivi che si pensano comunemente. Con o senza risvolti penali.

(Avvertenza per profeti ed esegeti: questo è un post di amaro cazzeggio. Rilassatevi e proseguite tranquilli nelle vostre teorizzazioni sul “complotto esterno” in danno della Patria)

Agenti ostruenti interni

Oggi, sul Sole, c’è un editoriale del professor Roberto Perotti che si inscrive nella famosa ricerca (del tempo perduto) di fondi per tagliare il cuneo fiscale. E’ una “proposta” provocatoria che tuttavia induce riflessioni sulla profonda disfunzionalità del nostro paese, e tocca in modo tangenziale anche alcune forme di vittimismo che caratterizzano il nostro modello culturale dominante.

Leggi tutto

Tra Orwell, Guareschi ed arteriosclerosi

E Berlusconi lanciò l’allarme Tangentopoli:

“Il rischio è che ci stiamo ritornando perché abolendo il finanziamento pubblico ai partiti, i partiti, per tutto (dai cellulari alle sedi), dovranno ricorrere al finanziamento dei privati”. Lo afferma Silvio Berlusconi al Consiglio nazionale del Pdl parlando di Tangentopoli e del rischi di ritornarci.(ANSA, 16 novembre 2013)

Pare quindi ci sia stato un ripensamento rispetto all’ultima campagna elettorale ed alle sue pulsioni di antipolitica:

Solidarietà a falchi, falchetti, pitonesse, somari mannari. Ma anche invidia: la vita diventa più semplice, quando l’unica certezza è che non ci sono certezze se non l’obbedienza cieca, pronta, assoluta.

La tragicommedia degli equivoci italiani

Discussioni/Italia

In Italia siamo ormai da tempo entrati nella fase in cui la disperazione per la situazione economica e sociale è a livello tale che da più parti si levano proposte miracolose e risolutive, nel più classico schema del “…e vissero tutti felici e contenti”. Una parte di queste “proposte” le abbiamo già identificate in questa lista aperta; ora è tempo di fare un passo in più, ed identificare i fraintendimenti ad esse sottostanti.

Leggi tutto

Le sette inani

Il nostro paese, per motivi che dobbiamo indagare, mostra una elevatissima propensione a bersi ogni idiozia gli venga propinata, e ad elevarla a verità indisputata, attribuendo di conseguenza alla realtà ed al suo giubbetto antiproiettile (d’argento) ogni scacco nel raggiungimento della felicità. Ognuna di queste argomentazioni risolutive ha dei sostenitori molto combattivi, alcuni al limite della trance agonistica, il cui risveglio è quindi sempre piuttosto ruvido. A volte il risveglio manco avviene, visto che una razionalizzazione a posteriori si trova sempre.

Leggi tutto

Due per mille, facciamo progressi

Italia

Poiché serve denunciare le porcate, è parimenti utile segnalare i correttivi alle medesime (sempre che restino in essere e non vengano successivamente smantellati da qualche “interpretazione autentica”), e ci corre quindi l’obbligo di segnalarvi che l’ultima versione del ddl governativo approvato venerdì scorso ora prevede che ai partiti vada solo il 2 per mille esplicitamente destinato dai cittadini, mentre tutto l’inespresso resterà allo stato. Fissato inoltre il tetto di 61 milioni di euro alle erogazioni ai partiti attraverso scelta esplicita sul due per mille.

Leggi tutto

1 2 3 5
Go to Top