Andrà molto peggio, prima di andare meglio

Tag archive

Divulgazione-economica - page 2

Poi non dite che lui non l’aveva letto

in Economia & Mercato/Unione Europea

Oggi, su il Giornale, Renato Brunetta rilancia con fanfara cattedratica un paper di Paul De Grauwe e Yuemei Ji sulla natura non esclusivamente fondamentale della crisi dell’Eurozona e del conseguente impatto sugli spread. La tesi di De Grauwe e Ji è ormai nota: i mercati obbligazionari dell’Eurozona sono più fragili ed inclini a crisi di liquidità che si autoavverano rispetto ai paesi “stand alone“. La cosa più interessante è che il paper è di maggio, ma solo oggi balza all’attenzione di Brunetta.

Leggi tutto

Il moltiplicatore moltiplicato

in Discussioni/Economia & Mercato/Unione Europea

L’ufficio studi di Deutsche Bank, in una recente pubblicazione, ha stimato l’impatto sul Pil dei paesi dell’Eurozona di determinate variazioni del saldo strutturale di bilancio pubblico (cioè corretto per il ciclo economico), ottenendo quindi alcune stime dei moltiplicatori, che oscillano dal minimo di 0,3 al massimo di 0,7 per Spagna, Francia e Italia. In particolare, per il nostro paese, ad una correzione del saldo strutturale di ben il 2,2 per cento nel 2012, farebbe seguito una contrazione del Pil dell’1,5 per cento.

Leggi tutto

I profitti della Fed

in Discussioni/Economia & Mercato/Esteri

Nell’anno 2011 la Federal Reserve ha conseguito utili per 77,4 miliardi di dollari, dopo il record di 81,7 miliardi dell’anno fiscale 2010. Si tratta dei massimi storici “redditività” (anche senza virgolette) per la banca centrale statunitense, e più del doppio rispetto agli utili medi del periodo precedente la crisi 2008-2009. E’ l’essenza del signoraggio, ma non nell’accezione complottarda a cui siamo abituati.

Leggi tutto

Le determinanti del rapporto debito-Pil, fuor di moralismo

in Discussioni/Economia & Mercato

(* Post tecnico: a volte servono anche quelli, per poterla buttare in caciara in altri momenti)

Un recente paper di Josh MasonArjun Jayadev tenta di analizzare la crescita del rapporto debito-reddito delle famiglie statunitensi dalla Grande Depressione ai giorni nostri. Tale rapporto può (anzi, deve) essere scomposto nelle sue grandezze costitutive: indebitamento primario, livello dei tassi d’interesse nominali, crescita reale ed inflazione. Questi sono peraltro gli elementi costitutivi del più noto rapporto debito-Pil usato a livello di conti pubblici nazionali.

Leggi tutto

Si avvicina la fine della trappola della liquidità?

in Discussioni/Economia & Mercato/Esteri/Stati-Uniti

Così sembrerebbe, almeno secondo Greg Mankiw, che sul suo blog ricorda di aver calcolato in passato un modello per il livello-obiettivo del tasso sui Fed Funds (il tasso chiave della politica monetaria statunitense) e che oggi, secondo gli ultimi dati, quel livello, pur se ancora negativo, starebbe avvicinandosi alla soglia che non giustificherebbe oltre il mantenimento di una ZIRP (zero interest rate policy).

Leggi tutto

Vacanze austriache per Keynes

in Discussioni/Economia & Mercato/Famous Last Quotes

Di fronte alla persistente assenza di iperinflazione (o anche solo di inflazione, a dirla tutta), Stefan Karlsson, economista svedese di scuola Austriaca, giunge ad una puntualizzazione assai preziosa per tutti quelli che proprio non riescono a capire la differenza tra base monetaria ed offerta di moneta, come abbiamo potuto sperimentare tempo addietro davanti alle sdegnate email dei fedeli austriacanti che vedono inflazione dietro ogni angolo di strada.

Leggi tutto

My name is bond. Eurobond

in Discussioni/Economia & Mercato/Rassegna Stampa/Unione Europea/Video

Il video dell’intervento del vostro titolare all’incontro, organizzato dagli Studenti Bocconiani Liberali lo scorso 1 dicembre, a cui hanno partecipato anche Luigi Zingales (qui il suo intervento) e Donato Masciandaro, (prima e seconda parte, entrambe da non perdere: una preziosa lezione sullo stato dell’arte regolatoria). Qui il canale YouTube di SBL, dove potrete trovare numerosi video degli incontri svoltisi in passato.

L’etica dell’economia

in Discussioni/Economia & Mercato

«Anche se le previsioni dell’economia sono indipendenti da ogni teoria etica, ci sono idee etiche dietro il ragionamento economico normativo. Un economista che rigetti l’idea dello sfruttamento nell’acquisto di reni, ad esempio, sta trattando il venditore di reni con rispetto – come una persona capace di scegliere per se stessa anche in circostanze difficili»

Leggi tutto

Scopri il Trichet che è in te

in Adotta Un Neurone/Economia & Mercato/Unione Europea

La Banca centrale europea ha realizzato un gioco interattivo che simula la gestione della politica monetaria. Controllando una sola leva, il tasso d’interesse di riferimento, il vostro obiettivo dovrà essere quello di mantenere l’inflazione stabile e poco sotto il 2 per cento. Dopo ogni intevento sui tassi (la cui variazione minima è di un quarto di punto percentuale), cliccate su Ok, e potrete monitorare l’impatto della vostra decisione su variabili quali offerta di moneta, crescita della produzione e disoccupazione.

Leggi tutto

Fatevi un nodo al feed

in Discussioni/Economia & Mercato/Italia

E’ online Idee Marginali, curato da Andrea Asoni e Ferdinando Monte. La risposta in lingua italiana a Marginal Revolution, e oltre. Ad Andrea e Ferdinando un grande in bocca al lupo, con un caveat: stanti le loro collaborazioni editoriali, si preparino a diventare parte integrante del “panorama delirante” della blogosfera italiana e delle sue virate sociopatiche. Dalla scuola di Chicago a quella delle Frattocchie, sola andata. Battute a parte, anche per sdrammatizzare il livello di miserrima pochezza raggiunta da una certa blogosfera di destra, buon lavoro e buona divulgazione.

Il buonsenso a modello

in Discussioni/Economia & Mercato/Famous Last Quotes

Paul Krugman torna brevemente sul suo saggio sullo stato della professione economica, pubblicato giorni addietro sul New York Times, per precisare meglio il suo pensiero riguardo la modellizzazione. Un passaggio in particolare merita di essere evidenziato ad uso dei non specialisti, soprattutto politici e grande pubblico, per comprendere i limiti inerenti alla previsione economica, che dei modelli è il prodotto finito.

Leggi tutto

Rischio di Stato

in Economia & Mercato/Esteri/Stati-Uniti

*Post assai meno tecnico di quanto voglia far credere

Una interessante analisi sulla natura dell’aumento del rischio preso da Goldman Sachs per conseguire gli utili del secondo trimestre. Da essa si evince che l’incremento di VaR si concentra soprattutto sui tassi d’interesse, e non sul mercato azionario, ma soprattutto che il dato generale, e quello giornaliero in particolare, tendono a sovrastimare l’effettiva misura di rischio.

Continua a leggere su Chicago Blog

Quelli che l’hanno vista arrivare

in Discussioni/Economia & Mercato

Finalmente disponibile, grazie ad un paper di Dirk J.Bezemer della Università di Groningen, la lista degli economisti “contrarian” che hanno correttamente previsto la crisi americana (a differenza degli economisti e dei modelli mainstream), come conseguenza dello scoppio della bolla immobiliare e della deflazione di debito ad essa successiva. Anche il timing delle profezie appare più che soddisfacente.

Leggi tutto

Saluto ai lettori

in Contributi esterni/Discussioni/Economia & Mercato

Il motivo di ciò che abbiamo fatto

di Oscar Giannino – © LiberoMercato

Carissimi lettori, è amaro farlo mentre l’economia domina l’informazione, ma vi devo salutare. Questo è l’ultimo numero di LiberoMercato con foliazione autonoma. Da domani esso viene assorbito organicamente da Libero, e cessa la mia funzione di direttore. Non l’ho scelto io, ma le aziende decidono secondo proprie valutazioni, guardando ai conti, alla situazione generale dell’editoria e della pubblicità, che è quella che è. Ed esprimono anche valutazioni su chi hanno ingaggiato, sul prodotto che ha realizzato e sulla sua omogeneità con lo stile e gli obiettivi della casa. In questo caso, si tratta di me e del mio operato.

Leggi tutto

Bibliografia economica essenziale

in Discussioni/Economia & Mercato/Riletture

I lettori che desiderano acquisire, consolidare o approfondire i fondamenti della scienza economica possono leggere alcuni testi particolarmente utili allo scopo. Riguardo i fondamenti di economia, il must-read resta quello di Greg Mankiw, Essentials of Economics, giunto alla quinta edizione. C’è anche la versione italiana, edita da Zanichelli. Per chi vuole focalizzarsi sulla macroeconomia, consigliamo i testi di Olivier Blanchard, oggi macroeconomista del Fondo Monetario Internazionale. La versione italiana, edita dal Mulino, è composta da due volumi, acquistabili separatamente, dal titolo sufficientemente autoesplicativo.

Leggi tutto

Go to Top