Andrà molto peggio, prima di andare meglio

Tag archive

Liberalizzazioni

Poco mercato, siamo concessionari autostradali

in Contributi esterni/Economia & Mercato/Italia

di Vitalba Azzollini

Nel delirio di “regalini paternalistici”, mance e bonus – da elargire con la prossima legge di bilancio, in stile “tenga, buonuomo, si faccia una birretta” – sta passando quasi sotto silenzio un altro pacco dono, confezionato dal governo in favore dei concessionari autostradali. Non se n’è parlato molto, ma forse proprio per questo motivo il tema merita un’attenzione particolare.

Leggi tutto

Combatti anche tu il neoliberismo col ddl anticoncorrenza

in Adotta Un Neurone/Economia & Mercato/Italia

C’era una volta un provvedimento legislativo italiano che, nelle intenzioni del legislatore, doveva servire ad aumentare la concorrenza e di conseguenza il benessere dei consumatori. Questo accadeva prima che il nostro paese venisse travolto da un’ondata senza precedenti di neoliberismo, di quelli che Dickens avrebbe magistralmente narrato. Fu così che la “legge sulla concorrenza”, che doveva avere cadenza annuale ed essere l’erede delle “lenzuolate” di liberalizzazioni rese oggi orfane dal loro papà, Pierluigi Bersani, che se ne dice amaramente pentito, finì a stagnare in parlamento o diventare veicolo di emendamenti per preservare il Popolo dall’assalto neoliberista.

Leggi tutto

Trasporto pubblico locale, una storia molto italiana

in Discussioni/Economia & Mercato/Italia

Presentato oggi al parlamento il secondo rapporto annuale della Autorità di Regolazione dei Trasporti. Premesso che è tutto da leggere, e mai come in questo caso potreste farvi bastare le figure, è interessante la sezione relativa al trasporto pubblico locale di linea, ed in particolare all’equilibrio reddituale delle aziende del settore, dove per equilibrio occorre considerare l’obiettivo del rapporto tra ricavi da traffico e costi.

Leggi tutto

Nel paese dei piccoli e grandi oligarchi

in Discussioni/Economia & Mercato/Esteri

Quella che segue è la traduzione di ampia parte di un commento apparso sul Financial Times a firma di Yannis Palaiogolos, scrittore e giornalista greco, sul modo in cui sinora Syriza (non) avrebbe gestito le radici “culturali” di corruzione e clientelismo che sono alla base del forte deficit di fiducia della società greca, oltre che del suo corporativismo esasperato e potenzialmente letale. Sono concetti che anche noi italiani ben conosciamo, ed in questa lettura ci rispecchieremo per l’ennesima volta. L’economia greca ha innumerevoli problemi, primo fra tutti un settore esterno di dimensioni risibili, ma le pervasive “eccezioni alla regola” ne minano la capacità di rifondarsi, quanto e più dei tragici errori compiuti negli ultimi anni da parte dell’ortodossia economica europea.

Leggi tutto

Tassisti, attenti a quello che desiderate

in Economia & Mercato/Esteri

Una divertente notizia giunge dalla Francia: oggi sarà presentato il rapporto Thévenoud, dal nome del deputato incaricato di trovare un modus vivendi tra taxi e startup di trasporto urbano come Uber e Chauffeur-Privé, LeCab ed altre. Le soluzioni proposte nei 30 punti del rapporto limitano fortemente i margini di manovra delle compagnie basate su app, ma rischiano anche di fare molto male ai tassisti.

Leggi tutto

Taxi, segua quel noleggiatore

in Economia & Mercato/Esteri

Dal primo gennaio, in Francia, chi prenoterà un’auto alternativa ai taxi, ad esempio attraverso servizi di geolocalizzazione come Uber, dovrà necessariamente attendere 15 minuti, ferma restando la riserva per i taxi di prendere a bordo i passeggeri “al volo”. Nulla di inedito: sono tentativi disperati di tutelare (staticamente) il reddito di alcune categorie organizzate di elettori, a danno di tutti consumatori. Ma sono destinate a perdere, sia pure con lentezza, anche e soprattutto causa delle nuove tecnologie.

Leggi tutto

Italia, il paese più privatizzato al mondo

in Economia & Mercato/Italia

Leggete questo articolo di Sergio Rizzo. Se le cose stanno nei termini descritti, ai sindacati delle municipalizzate è stato appena fornito, a larga maggioranza trasversale, un potere di veto sulle ristrutturazioni aziendali. La cosa non stupisce, né stupisce che il proponente di tale vincolo sia un parlamentare di Forza Italia, già lobbysta improprio dei sindacati nella giunte regionale di Francesco Storace.

Leggi tutto

E’ la burocrazia, bellezza. E tu non puoi farci niente!

in Adotta Un Neurone/Contributi esterni/Economia & Mercato/Italia

di Daniele Muritano

Prima dell’estate ho assistito dei clienti nella costituzione di una fondazione che intende operare nel campo del sociale.

Il rappresentante della fondazione ha chiesto alla Regione (Toscana), come previsto dalla legge, il riconoscimento della personalità giuridica, allegando tutti i documenti richiesti dalla legge.

La legge stabilisce un termine (120 giorni) dalla richiesta entro il quale il procedimento deve essere concluso.

La Regione ha richiesto un’integrazione dell’atto costitutivo, che è stata regolarmente effettuata (uso questo verbo anche se Italo Calvino scriveva – e aveva ragione – che il verbo “effettuare” andrebbe bandito dalla lingua italiana).

Leggi tutto

Alitalia, averlo saputo prima

in Adotta Un Neurone/Economia & Mercato

Nelle more degli spasmi di Alitalia, che ormai si configura come un “regalo ad orologeria” del grande statista di Arcore, ed attendendo che qualche coniglio esca dal cilindro delle patriottiche “banche di sistema”, oggi vi presentiamo la “soluzione” dei sindacati. E’ -ovviamente- una garanzia di fallimento, ma ve la segnaliamo perché esempio eclatante della mentalità che ha ridotto questo paese un relitto alla deriva dell’economia mondiale, in attesa dell’affondamento liberatorio.

Leggi tutto

Carta, penna e calamaio

in Italia

Riceviamo e volentieri pubblichiamo, a proposito della elevatissima propensione all’innovazione che contraddistingue il paese la sua città organizzatrice di Expo 2015:

Il Comune di Milano ha finalmente aperto il bando per l’elenco professionisti (architetti e ingegneri) a cui affidare gli incarichi sotto i 100.000 euro, come da normativa contenuta nel Codice dei Contratti Pubblici, ovvero all’articolo 91 del DLgs 163/2006.
Ovviamente l’iscrizione è cartacea, con tanto di busta sigillata e controfirmata, nonostante l’obbligo della pec e l’esistenza di un sito del Comune oggettivamente abbastanza efficiente.

Leggi tutto

Cittadini di bottega

in Discussioni/Economia & Mercato/Italia

“Non siamo per il semplice ritorno alla situazione pre-liberalizzazioni. Ma abbiamo presentato una proposta di legge che contempera in modo equilibrato le esigenze degli esercenti, dei consumatori e dei lavoratori del settore commercio. Una legge che, soprattutto, difende i piccoli negozi dei centri storici a rischio desertificazione e i lavoratori di un comparto in cui i diritti subiscono la pressione fortissima di un precariato dilagante”. Lo ha detto stamattina la delegazione dei deputati del MoVimento 5 Stelle che, a Piazza Montecitorio, ha incontrato le sigle e i comitati in protesta contro le liberalizzazioni delle aperture domenicali e festive degli esercizi commerciali, liberalizzazioni volute dal governo Monti. In attesa della palingenesi dei moti di piazza, quella che fa brillare gli occhietti a Casaleggio, dedichiamoci al piccolo mondo antico delle botteghe, quindi.

Leggi tutto

La matrioska del mercato interno

in Discussioni/Economia & Mercato/Unione Europea

Mentre in Unione europea si dibatte (oggi meno che un tempo) sui modi più opportuni per spingere il completamento del mercato unico e creare crescita, problemi analoghi riaffiorano nei paesi in maggiore difficoltà economica e che cercano di stimolare la crescita, oltre che di controllare la spesa pubblica prodotta dalla propria periferia. Come in una matrioska maligna, qualcuno è sempre la “periferia” di qualcun altro, ed i guai si moltiplicano.

Leggi tutto

Zanonato ha dichiarato

in Adotta Un Neurone/Economia & Mercato/Famous Last Quotes/Italia

Chi segue con regolarità i lanci di agenzia, avrà notato che da qualche tempo esiste un trend molto nitido: il numero di dichiarazioni del loquace ministro dello Sviluppo Economico, Flavio Zanonato, è in costante aumento. Il nostro discetta su tutto ed il contrario di tutto. Auspica, spera, promette, giura solennemente, ammonisce, persuade, rivede le proprie posizioni, chiosa sé stesso, si arrende agli ineluttabili vincoli di bilancio, si ribella ai vincoli di bilancio, è realista, sogna, sostiene tesi ed antitesi. Un torrente in piena, un olimpionico della dichiarazia da fare impallidire il mitico Gianfranco Polillo.

Leggi tutto

La Thatcher non era Reagan. In Italia non ha avuto eredi

in Articoli/Discussioni/Economia & Mercato/Esteri

di Mario Seminerio – Libertiamo

Nel momento del ricordo di Margaret Thatcher e dell’analisi della sua azione politica la tendenza evidente è quella alla polarizzazione del giudizio, dove l’agiografia fronteggia la demonizzazione, ed alla inevitabile banalizzazione. Anche in questa circostanza svetta la pochezza analitica del nostro triste paese, condannato da una sorta di maledizione a produrre una classe politica incapace di creare discontinuità reali e tali da contrastare un declino economico, sociale e civile che pare ormai aver superato il punto di non ritorno. Leggere l’opera di Margaret Thatcher con occhiali italiani contemporanei tende a produrre vertigini da visione distorta.

Leggi tutto

Agenda Monti, il lungo e difficile percorso verso la realtà

in Articoli/Discussioni/Economia & Mercato/Italia

di Mario Seminerio – Libertiamo

Dopo mesi passati a discutere di una non meglio specificata “agenda Monti” vista soprattutto come luogo dello spirito, topos di posizionamento politico ma anche coperta di Linus che ricorda molto, nel marketing politico, la stessa opera di levigazione e consunzione del termine “liberale” che è stata fatta in questo paese negli ultimi vent’anni, abbiamo finalmente qualcosa che appare come un documento programmatico anche se si tratta, per ammissione del suo ispiratore, di un “primo contributo ad una riflessione aperta”. Per questo motivo gli assi portanti del documento appaiono al contempo generici ma anche stimolo di ulteriori riflessioni, analisi e critiche. Senza pretesa alcuna di esaustività, quindi, alcune considerazioni su ciò che di questo programma colpisce maggiormente.

Leggi tutto

Professioni post moderne: l’editorialista di sistema

in Adotta Un Neurone/Economia & Mercato/Famous Last Quotes/Italia

E’ l’ottimo Massimo Mucchetti, che anche a Natale ci delizia con questo racconto di fiction da trasporti, tutto centrato sulla soppressione sistematica della competizione e del benessere del consumatore, e sulla tutela delle squattrinate oligarchie nostrane: l’Ali-Trenitalia. Un po’ come il vigoroso spin in solitaria lanciato settimane addietro per evocare ed invocare una fusione tra Unicredit ed Intesa: un editorialista solo al comando, il Jules Verne dei campioni nazionali. Poi, le cose andranno assai diversamente, ma lui nel frattempo il suo esercizio di suggestione lo ha lanciato. In un paese di capitani coraggiosi con le tasse, i sussidi ed il fondoschiena degli altri, hai visto mai che può pure uscirci qualcosa, e non solo sul Napoli-Parigi? Buon Natale, e non mangiate troppo pesante: per gli incubi da digestione problematica potrete sempre contare sui piani di Mucchetti.

Go to Top