Andrà molto peggio, prima di andare meglio

Tag archive

Liberalizzazioni

Combatti anche tu il neoliberismo col ddl anticoncorrenza

C’era una volta un provvedimento legislativo italiano che, nelle intenzioni del legislatore, doveva servire ad aumentare la concorrenza e di conseguenza il benessere dei consumatori. Questo accadeva prima che il nostro paese venisse travolto da un’ondata senza precedenti di neoliberismo, di quelli che Dickens avrebbe magistralmente narrato. Fu così che la “legge sulla concorrenza”, che doveva avere cadenza annuale ed essere l’erede delle “lenzuolate” di liberalizzazioni rese oggi orfane dal loro papà, Pierluigi Bersani, che se ne dice amaramente pentito, finì a stagnare in parlamento o diventare veicolo di emendamenti per preservare il Popolo dall’assalto neoliberista.

Leggi tutto

Trasporto pubblico locale, una storia molto italiana

Presentato oggi al parlamento il secondo rapporto annuale della Autorità di Regolazione dei Trasporti. Premesso che è tutto da leggere, e mai come in questo caso potreste farvi bastare le figure, è interessante la sezione relativa al trasporto pubblico locale di linea, ed in particolare all’equilibrio reddituale delle aziende del settore, dove per equilibrio occorre considerare l’obiettivo del rapporto tra ricavi da traffico e costi.

Leggi tutto

Nel paese dei piccoli e grandi oligarchi

Quella che segue è la traduzione di ampia parte di un commento apparso sul Financial Times a firma di Yannis Palaiogolos, scrittore e giornalista greco, sul modo in cui sinora Syriza (non) avrebbe gestito le radici “culturali” di corruzione e clientelismo che sono alla base del forte deficit di fiducia della società greca, oltre che del suo corporativismo esasperato e potenzialmente letale. Sono concetti che anche noi italiani ben conosciamo, ed in questa lettura ci rispecchieremo per l’ennesima volta. L’economia greca ha innumerevoli problemi, primo fra tutti un settore esterno di dimensioni risibili, ma le pervasive “eccezioni alla regola” ne minano la capacità di rifondarsi, quanto e più dei tragici errori compiuti negli ultimi anni da parte dell’ortodossia economica europea.

Leggi tutto

Tassisti, attenti a quello che desiderate

Economia & Mercato/Esteri

Una divertente notizia giunge dalla Francia: oggi sarà presentato il rapporto Thévenoud, dal nome del deputato incaricato di trovare un modus vivendi tra taxi e startup di trasporto urbano come Uber e Chauffeur-Privé, LeCab ed altre. Le soluzioni proposte nei 30 punti del rapporto limitano fortemente i margini di manovra delle compagnie basate su app, ma rischiano anche di fare molto male ai tassisti.

Leggi tutto

Taxi, segua quel noleggiatore

Economia & Mercato/Esteri

Dal primo gennaio, in Francia, chi prenoterà un’auto alternativa ai taxi, ad esempio attraverso servizi di geolocalizzazione come Uber, dovrà necessariamente attendere 15 minuti, ferma restando la riserva per i taxi di prendere a bordo i passeggeri “al volo”. Nulla di inedito: sono tentativi disperati di tutelare (staticamente) il reddito di alcune categorie organizzate di elettori, a danno di tutti consumatori. Ma sono destinate a perdere, sia pure con lentezza, anche e soprattutto causa delle nuove tecnologie.

Leggi tutto

Italia, il paese più privatizzato al mondo

Economia & Mercato/Italia

Leggete questo articolo di Sergio Rizzo. Se le cose stanno nei termini descritti, ai sindacati delle municipalizzate è stato appena fornito, a larga maggioranza trasversale, un potere di veto sulle ristrutturazioni aziendali. La cosa non stupisce, né stupisce che il proponente di tale vincolo sia un parlamentare di Forza Italia, già lobbysta improprio dei sindacati nella giunte regionale di Francesco Storace.

Leggi tutto

Niente vincoli, siamo italiani

di Mario Seminerio – Strade Online

La vicenda della mancata “privatizzazione” dell’azienda genovese di trasporto pubblico locale racconta molto dello zeitgeist italiano, ed anche di quello che ci aspetta mentre ci ostiniamo ad inseguire ombre ed a cercare soluzioni semplici ed ingannevoli in un mondo sempre più complesso, vincolato e vincolante.

Leggi tutto

E’ la burocrazia, bellezza. E tu non puoi farci niente!

di Daniele Muritano

Prima dell’estate ho assistito dei clienti nella costituzione di una fondazione che intende operare nel campo del sociale.

Il rappresentante della fondazione ha chiesto alla Regione (Toscana), come previsto dalla legge, il riconoscimento della personalità giuridica, allegando tutti i documenti richiesti dalla legge.

La legge stabilisce un termine (120 giorni) dalla richiesta entro il quale il procedimento deve essere concluso.

La Regione ha richiesto un’integrazione dell’atto costitutivo, che è stata regolarmente effettuata (uso questo verbo anche se Italo Calvino scriveva – e aveva ragione – che il verbo “effettuare” andrebbe bandito dalla lingua italiana).

Leggi tutto

Go to Top