Andrà molto peggio, prima di andare meglio

Tag archive

Poste

Cacciatori di foglie di fico

Ieri, rispondendo al question time alla Camera, il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, ha “spiegato” le scelte dei nuovi vertici delle aziende partecipate pubbliche, in particolare il cambio ai vertici di Leonardo-Finmeccanica e Poste. Ennesimo mirabile esempio di cosa accade quando la tecnocrazia incontra la politica. Il risultato finale è sempre quello: un costumino adamitico di foglie di fico e nasi lunghi.

Leggi tutto

Ingegneria finanziaria per disperati, edizione Poste italiane

Nella continua, disperata ricerca di portare a casa alcuni spiccioli per ridurre di un atomo il peso del debito pubblico, il governo italiano pro tempore è tornato a valutare la cessione di un’ulteriore tranche di Poste italiane. Questa insistenza nel farsi del male e fare cassa sul nulla è davvero ammirevole, e rappresenta la vera costante di tutti i governi della Repubblica succedutisi negli ultimi anni.

Leggi tutto

Calano i volumi? Poste aumenta le tariffe

di Mario Seminerio – Il Fatto Quotidiano

Dal prossimo 10 gennaio l’invio di una raccomandata per l’Italia, fino a 20 grammi di peso, aumenterà da 4,50 a 5 euro. Aumenteranno anche le tariffe per atti giudiziari, di cui Poste manterrà l’esclusiva sino al prossimo 10 giugno: per invii fino a 20 grammi si passerà da 6,60 a 6,80 euro. Pare dunque esservi una singolare inflazione, nei servizi postali italiani, anche se fortunatamente l’equivalente online dei servizi di recapito di corrispondenza costa meno rispetto a quello tradizionale. Circostanza per nulla scontata in un paese come il nostro, dove la tecnologia porta con sé strani sovrapprezzi.

Leggi tutto

Una storia italiana di successo

Economia & Mercato/Italia

Invio di lettera attraverso il sito di Poste Italiane. Ora la corrispondenza ordinaria si chiama Posta4 e, come si legge dalla descrizione del servizio, prevede la consegna degli invii

– In quattro giorni lavorativi successivi a quello di accettazione per almeno il 90% dei casi
– In sei giorni lavorativi successivi a quello di accettazione per almeno il 98% dei casi

Che in effetti è un tempo di spedizione molto celere, e che forse esprime la ribellione dei nuovi umanisti contro i ritmi vorticosi delle nostre stressate esistenze. Dopo lo slow food, ecco la slow mail.

Leggi tutto

L’animale a più teste arriva in borsa

Puntata di Ottoemezzo di ieri sera, condotta su La7 da Lilli Gruber. Commenti post quotazione con l’amministratore delegato di Poste italiane, Francesco Caio, il vicedirettore del Corriere, Daniele Manca, ed il vostro titolare. Il concetto di “privatizzazione” all’italiana, i pesanti sussidi incrociati di un’azienda una e trina (assicurazione, banca, azienda di recapiti e logistica), le occasioni perdute nella liberalizzazione dei servizi postali a valore aggiunto e B2B (business to business), la strana definizione di servizio universale, che si spinge sino al recapito degli espressi.

Leggi tutto

Farse con le ali

E’ opportuno chiedere venia. Per aver dubitato, dopo averlo elogiato, che Francesco Caio fosse in fondo solo un fedele esecutore dei voleri del suo azionista, e quindi del governo. Pare che le cose non stiano esattamente in questi termini e la cosa non può che fare piacere, in un paese in cui abbiamo visto e vediamo carriere (ad ogni livello, anche nel leggendario privato) costruite sull’acquiescenza, sul tenere famiglia e sul sollecito conferimento del cervello all’ammasso.

Leggi tutto

Sinergia, per piccina che tu sia, mi sembri una carestia

Il momento è dirimente. Qui si parrà la nobilitate dei nostri top manager, quelli che con mano ferma hanno guidato il paese verso il disastro, e quelli che si sono fatti venire degli scrupoli da ventitreesima ora ed oltre, applicando criteri minimali di razionalità. Tutto evolve, serve contestualizzare. Anche quando sono passate poche settimane dall’evento che era considerato il padre di tutte le sinergie. Un vero peccato che la realtà continui ad essere così gufa e rosicona.

Leggi tutto

Burro, cannoni e Bonanni

A conferma del fatto che la nostra cosiddetta classe dirigente ama passeggiare sulla sottile linea di confine tra esserci e farci, oggi abbiamo un paio di dichiarazioni del leader della Cisl archiviabili alla categoria “il tradeoff, questo sconosciuto”.

Leggi tutto

Poste, tra rendite e sussidi

Economia & Mercato/Italia

Mentre il governo si prepara a “privatizzare” (cioè a vendere) sino al 40% del capitale azionario di Poste Italiane, un articolo di Bloomberg ci ricorda che il nostro paese ha una vera e propria vocazione nel realizzare dismissioni farlocche, ed anche in questo caso c’è evidentemente chi vorrebbe preservare la tradizione. Ma non sarà così semplice.

Leggi tutto

No, non è la Royal Mail

Oggi in aula per il voto di fiducia, il premier Enrico Letta ha annunciato una operazione di finta privatizzazione (che infatti nessuno chiama e chiamerà in termini così desueti) relativa a Poste Italiane, il nuovo player con le ali della finanza decotta italiana. Epperò la strada non è quella.

Leggi tutto

Go to Top