Andrà molto peggio, prima di andare meglio

Tag archive

Produzione-industriale

Uscite dal cortile di casa

in Adotta Un Neurone/Economia & Mercato/Famous Last Quotes/Italia

Oggi Istat ha pubblicato un dato monstre di produzione industriale, relativo al mese di agosto. Una crescita mensile di ben 1,7%, a fronte di un consenso di mercato posto a meno 0,1% ed un dato annuale, corretto per i giorni lavorati, in progresso del 4,1%. Apriti cielo. Immediata, è scattata la corsa dei lanciatori di agenzia del Pd, gli atleti che non perdono occasione, ad ogni dato macro positivo, per fiondarsi a dettare peana all’indirizzo della politica economica del governo Renzi. Eppure, basterebbe un minimo di cautela metodologica e di sguardo distolto dal proprio ombelico, per recuperare la necessaria compostezza.

Leggi tutto

Liscio, gassato o corretto per i giorni lavorati?

in Economia & Mercato/Italia

Avviso ai lettori: quello che segue non è un post contro Istat, anzi. Quello che segue è solo un piccolo divertissement fatto per indurre a riflettere su quello che si può fare con i dati statistici, ora che abbiamo scoperto che esistono dati destagionalizzati, corretti per i giorni lavorati e grezzi. Forse potrà essere d’aiuto a leggere i dati in controluce anche senza essere esperti, chissà. La speranza è l’ultima a morire, dopo tutto.

Leggi tutto

Striscia la ripresa

in Economia & Mercato/Italia

Un paio di dati congiunturali evidenziano da un lato il fatto che l’Italia è pienamente inserita in dinamiche globali (non che ne dubitassimo, lo diciamo solo a beneficio di alcuni stralunati cantastorie), e dall’altro che il settore delle costruzioni non appare esattamente alla vigilia del decollo. Se fossimo in un paese normale, di post di questo tipo non ci sarebbe bisogno alcuno.

Leggi tutto

Viva la FCA

in Economia & Mercato/Italia

Pubblicati oggi i dati Istat sulla produzione industriale in settembre. Su base mensile sono un terzo delle attese ma questo non rileva, visto che il rumore statistico mensile non ci interessa, non facendo di professione i lanciatori di felicità. Quello che conta, ai nostri fini, è che si conferma che praticamente un solo settore traina la “rinascita” manifatturiera italiana. O meglio, un solo gruppo.

Leggi tutto

Un dato non fa tendenza. E tuttavia

in Economia & Mercato/Italia

Pubblicato da Istat il dato di produzione industriale italiana di agosto. Un mese problematico, in cui a volte le tecniche di destagionalizzazione non riescono a ripulire completamente il dato da anomalie. In caso, si può sempre guardare il trimestre “mobile” sequenziale ed il dato tendenziale, cioè annuale. E capirne qualcosa di più.

Leggi tutto

Ilva, vittima sacrificale della sovraproduzione mondiale di acciaio

in Economia & Mercato/Esteri/Italia

È di oggi la notizia che Ilva continua a bruciare cassa come un altoforno ed a produrre perdite sempre più elevate, a causa delle condizioni di forte sovracapacità produttiva globale del settore acciaio, oltre che della crisi “giudiziaria” dell’impresa siderurgica. Nel frattempo, il governo italiano abbandona la cautela diplomatica e prende posizione netta contro la possibilità che dal prossimo anno la Cina possa essere classificata dall’Organizzazione Mondiale del Commercio (WTO) come una “economia di mercato”. Per motivi ampiamente comprensibili.

Leggi tutto

Produzione industriale, la macchina del tempo ci porta agli anni Novanta

in Articoli/Economia & Mercato/Italia

di Mario Seminerio – Il Fatto Quotidiano

Dopo il crollo di fine 2008, è iniziata una risalita lentissima, interrotta nel secondo semestre del 2011 con il terribile uno-due dell’esplosione del rischio sovrano sul nostro paese e del credit crunch bancario. Il risultato è che oggi siamo ad un livello di produzione industriale che è all’incirca quello di vent’anni addietro

Leggi tutto

Il ritorno di antiche certezze

in Economia & Mercato/Unione Europea

Mentre attendiamo con ansia il prossimo panglossiano editoriale di commenti congiunturali di Marco Fortis, segnaliamo al medesimo che in poco più di tre settimane “antiche certezze”, anziché “sbriciolarsi” sono tornate ad affermarsi. Il dato di produzione industriale di luglio, per le tre maggiori economie dell’Eurozona, è questo:

  • Francia: +1,5% mensile, +3,7% annuale;
  • Germania: +4% mensile, +10,1% annuale destagionalizzato non corretto per i giorni lavorati;
  • Italia: -0,7% mensile, -1,6% annuale corretto per i giorni lavorati, -4,6% non destagionalizzato

Pessimo ingresso della manifattura italiana nel terzo trimestre, si direbbe.

Leggi tutto

Ma noi ne usciremo meglio di altri – 15

in Economia & Mercato/Italia/Unione Europea

Lo scorso gennaio l’Italia è risultato essere il Paese Ue con la minor crescita (+0,6 per cento) della produzione industriale su base annua, cioè rispetto al gennaio 2010: è quanto segnala Eurostat in base all’analisi dei dati disponibili diffusi oggi. Solo il Portogallo, dove l’andamento della produzione industriale su base annua è risultato negativo (meno 1,5 per cento), ha fatto peggio.

Leggi tutto

Di boom in boom

in Economia & Mercato/Italia

Pubblicati da Istat i dati di ordini e fatturato industriale per dicembre 2010, che mostrano un incremento tendenziale (cioè anno su anno) rispettivamente del 13,9 e del 17,4 per cento, su dati grezzi, cioè non destagionalizzati che nel caso specifico vuol dire non corretti per i giorni lavorati. Come al solito trombettieri, blogger confusi e giornalisti scarsamente alfabetizzati si concentrano sulla entità della variazione, disinteressandosi del livello degli indici.

Leggi tutto

Il boom silenzioso prosegue

in Economia & Mercato/Italia

La produzione industriale italiana è inaspettatamente calata in ottobre per il secondo mese consecutivo. Il calo è dello 0,3 per cento sul mese precedente, nel quale si era registrata una flessione dell’1,2 per cento (rivista al ribasso dall’originario calo dell’1 per cento). Interessante notare che le stime di consenso ipotizzavano un incremento dello 0,4 per cento. L’ascesa dell’euro ha trascinato al minimo da quasi due anni la fiducia delle imprese, con l’aumento dei prezzi delle materie prime che erode il potere d’acquisto di aziende e consumatori. Nel terzo trimestre il commercio estero ha sottratto crescita all’economia italiana, con l’import in aumento più dell’export, mentre il passo della spesa dei consumatori è ulteriormente rallentato, come segnala il dato del prodotto interno lordo pubblicato il 7 settembre.

Leggi tutto

Sorpresa, l’Italia rallenta

in Economia & Mercato/Italia

La produzione industriale italiana a febbraio è diminuita dello 0,7% rispetto a febbraio 2006 e dello 0,5% rispetto a gennaio 2007. Lo comunica l’Istat, precisando che la variazione tendenziale, corretta per giorni lavorativi, è stata sempre negativa per lo 0,7% (i giorni lavorativi sono stati 20 come a febbraio 2006). Le attese erano per un incremento dello 0.6 per cento mensile e dell’1.9 per cento annuale. Si tratta del peggior risultato degli ultimi cinque mesi, e si confronta con il dato francese, pubblicato lo scorso 10 aprile, che ha invece mostrato una crescita robusta e superiore alle attese della produzione industriale (più 1.1 per cento mensile, più 2.6 per cento annuale). Il nostro paese, che già evidenziava una crescita significativamente inferiore a quella media europea nella spesa dei consumatori, si scopre così in decrescita anche nella manifattura.

Non propriamente una sorpresa, per gli affezionati lettori di questo sito, giusto?

 

Go to Top