Andrà molto peggio, prima di andare meglio

Tag archive

Riforme - page 3

Basta poco, che ce vo’?

in Adotta Un Neurone/Economia & Mercato/Famous Last Quotes/Italia

A riprova del fatto che gli italiani soffrono di una grave forma di demenza politica, che si esplicita in danno permanente della memoria di breve termine, oltre che nel fatto che il termine accountability non è traducibile nella nostra lingua:

«La Cassa Depositi e Prestiti (…) aiuterà i fondi per lotta al credit crunch, e in 15 giorni permetterà di sbloccare i 60 miliardi che sono bloccati per i debiti della P.A». Lo ha detto il premier Renzi a Ballarò (Ansa, 25 febbraio 2014)

Leggi tutto

Ecco cosa ha fatto davvero Draghi

in Articoli/Economia & Mercato/Italia/Unione Europea

E perché rischia di servire a poco

di Mario Seminerio – Il Fatto Quotidiano

Mario Draghi ha annunciato giovedì l’ennesimo e ultimo taglio dell’intera struttura dei tassi ufficiali d’interesse e un nuovo consistente aumento delle dimensioni del bilancio della Bce, attraverso l’acquisto di strumenti finanziari emessi dal settore privato dell’economia. Tali iniziative hanno galvanizzato i mercati azionari e causato un nuovo vistoso (e auspicato) calo dell’euro contro dollaro, oltre a far precipitare i rendimenti nominali dei titoli di Stato a nuovi minimi storici assoluti.

Leggi tutto

Tra Esprit Florentin ed autoinganni

in Economia & Mercato/Italia

La non-notizia del giorno non è che Mario Draghi stia cercando disperatamente di impedire che l’eurobarca si rovesci, gelato incluso, bensì che nel Pd starebbe riaffiorando uno straccio di opposizione a Matteo Renzi. Se questa fosse realmente una “notizia”, potremmo direttamente augurarvi un buon fine settimana ma il punto è che continua a non essere chiaro, all’umile estensore di queste noterelle, se in questo paese siamo di fronte ad una epidemia di ottusità conclamata oppure ad una di patologica dissociazione dalla realtà.

Leggi tutto

A voi italiani

in Adotta Un Neurone/Italia/Video

Quelli che vogliono il ritorno di una moneta nazionale per spingere le esportazioni ed al contempo invocano l’uso di dazi contro i nostri partner commerciali;

Quelli che il Financial Times e l’Economist sono espressione di poteri malvagi globali che puntano a derubarci della nostra indipendenza e dei nostri beni, ma che brandiscono i loro articoli mostrandoli orgogliosi quando gli stessi criticano il governo italiano pro tempore, ad essi inviso;

Quelli che togliamo l’Imu sulla prima casa e il paese ripartirà;

Quelli che andiamo in Svizzera a riprenderci i soldi dei nostri evasori. Sinora tutti hanno fallito ma io non sono “tutti”.

Leggi tutto

In arrivo lo Sbraca-Italia?

in Economia & Mercato/Italia/Unione Europea

Per aiutare a riempire di nonsenso una sonnacchiosa domenica di metà agosto vi segnaliamo uno sfizioso retroscena comparso oggi sul Messaggero circa la strada per ottenere la concupita flessibilità nel percorso verso il conseguimento degli obiettivi europei del bilancio pubblico italiano. Non è realmente nulla di inedito, come vedremo, ma giunti a questo punto farebbe lievemente a cazzotti con i recenti proclami del premier.

Leggi tutto

Riletture d’agosto: l’eterno ritorno degli alchimisti

in Adotta Un Neurone/Economia & Mercato/Italia

Grazie ad un “Accadde ieri” ad orologeria, possiamo ammirare la linea di perfetta continuità che esiste in queste stagioni italiane di declino. Nell’autunno 2011 il mercato del lavoro italiano stava già deteriorandosi in modo evidente, eppure il governo in carica all’epoca (quello di Berlusconi) proseguiva ad esibirsi in splendide scalate sui vetri ad ogni dato Istat “anomalo”, cioè positivo. Persino l’ornitologia dell’epoca era identica a quella odierna, pensate.

Leggi tutto

State sereni, il botto arriva

in Economia & Mercato/Italia

Oggi, sul Sole, c’è una intervista del direttore Roberto Napoletano al ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan. E’ una intervista che, al netto dei toni istituzionali e delle banalità d’ordinanza che da essi derivano, suscita stati d’animo che vanno dalla tenerezza (per Padoan e la situazione drammatica in cui si è ficcato, per tanti motivi) alla irritazione. E fatalmente inducono a tentare di disegnare uno scenario per i prossimi mesi.

Leggi tutto

Padoan ed il campo minato della flessibilità

in Economia & Mercato/Italia/Unione Europea

Parlando quest’oggi davanti alla Commissione problemi economici e monetari dell’Europarlamento, il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, ha tentato di precisare ulteriormente il concetto di “flessibilità” con cui l’Italia ha sinora frantumato i cabbasisi dalle parti di Bruxelles senza ottenere alcunché. Ma siamo solo all’avvio del processo di persuasione, quindi non disperate. Soprattutto, Padoan oggi ha modificato la definizione di flessibilità, giocandosi il jolly.

Leggi tutto

La rivoluzionaria melina del centromediano metodista

in Discussioni/Italia

Oggi sul Sole un commento del vicedirettore Fabrizio Forquet rappresenta, pur nella felpata misura dei termini utilizzati, la perplessità che alcuni dei cosiddetti poteri forti nutrono nei confronti di Matteo Renzi e del renzismo. Ottimo spunto per qualche rilfessione a più ampio raggio.

Leggi tutto

La storica ruota di scorta

in Adotta Un Neurone/Famous Last Quotes/Italia

Questa con tutta probabilità verrà smentita entro la serata, ma è comunque pregevole. Come riferisce l’Ansa, Silvio Berlusconi avrebbe cercato di convincere i suoi recalcitranti “colleghi” di partito ad accettare l’accordo con Matteo Renzi sulla riforma del Senato con questa ficcante argomentazione:

Forza Italia è centrale ma se ci tiriamo fuori dall’accordo diventiamo ininfluenti perché Renzi, dopo le Europee, ha acquisito un grande consenso ed ha comunque i numeri per fare le riforme.

Che tradotto vuol dire, esattamente: noi non contiamo nulla e saltiamo sul carro del vincitore, anzi ci restiamo. Però io magari qualcosina la porto a casa comunque, vedete voi cosa. Come avrebbe detto Gioann Brera, primo non prenderle. Per il Sunset Boulevard, in fondo a destra.

En attendant le sarchiapon

in Discussioni/Economia & Mercato/Italia/Unione Europea/Video

Puntata di Omnibus La7 del 6 luglio, condotta da Manuela Ferri. Interventi di Marco Conti, Andrea Del Monaco, Arturo Diaconale, Tobias Piller, Riccardo Realfonzo e del vostro titolare. Si parla delle grandi manovre intorno all’Italicum ed alle leggendarie riforme, quelle che ci permetteranno di raggiungere il sarchiapone della flessibilità nel percorso verso gli obiettivi fiscali europei.

Leggi tutto

I cronoprogrammi della buonanotte

in Adotta Un Neurone/Famous Last Quotes/Italia

«La piattaforma che discuterò – ha spiegato [Matteo Renzi] parlando al Quirinale dopo aver ricevuto da Napolitano l’incarico di formare il nuovo governo – prevede che entro febbraio si faccia un lavoro urgente sulle riforme costituzionali ed elettorali, e nei mesi successivi ci saranno: a marzo il lavoro, ad aprile la riforma della Pubblica amministrazione, a maggio il fisco» (Ansa, 17 febbraio 2014)

Confermo entro giugno la riforma del welfare e della giustizia, lo Sblocca-Italia entro luglio e un provvedimento ad hoc sulla scuola”. Così Matteo Renzi al termine del consiglio dei ministri (Ansa, 13 giugno 2014)

Indichiamo un arco temporale ampio, sul quale sfidiamo il Parlamento: vi proponiamo un arco di tempo quasi triennale, 1.000 giorni, in cui individuare, già entro l’1 settembre 2014, in modo esplicito come cambiare il fisco, lo Sblocca Italia, come intervenire dai diritti all’agricoltura, dalla Pa al Welfare, come migliorare il paese. (…) Il semestre di presidenza italiana deve essere l’occasione per un pacchetto di riforme. Ci prendiamo, dopo i primi 100 giorni più o meno scoppiettanti, un arco di tempo più ampio, di medio periodo, mille giorni, dal primo settembre 2014 al 28 maggio 2017» (Matteo Renzi, Ansa, 24 giugno 2014)

Leggi tutto

Il maestro Padoan spiega, gli allievi francesi prendano nota

in Discussioni/Economia & Mercato/Famous Last Quotes/Italia/Unione Europea

Intervistato quest’oggi dal quotidiano francese le Figaro, il ministro italiano dell’Economia, Pier Carlo Padoan, spiega ai cugini il segreto del nostro successo. Ma di che diavolo di successo parliamo?, vi chiederete. Non ne abbiamo idea ma i toni sono quelli, quindi tanto vale assecondare l’intervistato e cercare di diradare la nebbia.

Leggi tutto

La ripresa non esiste, la Troika è in agguato

in Articoli/Economia & Mercato/Italia

di Mario Seminerio – Il Fatto Quotidiano

La prima stima del Pil del primo trimestre dell’Eurozona, che ha mostrato una crescita dello 0,2% a fronte di attese doppie, è stata una doccia gelata per alcuni paesi, ma si caratterizza anche per una variabilità e disomogeneità ben più elevate del solito, che quindi richiedono cautela nell’analisi. In alcuni casi, cosi come accaduto per gli Stati Uniti, hanno influito le condizioni meteo del periodo.

Leggi tutto

Go to Top