Andrà molto peggio, prima di andare meglio

Tag archive

Sistema-previdenziale - page 2

Tassati per il vostro bene

in Adotta Un Neurone/Economia & Mercato/Famous Last Quotes/Italia

Dall’intervista di oggi di Fabrizio Forquet (Sole) al ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan. Poi se avete capito cosa intendesse, fateci un fischio:

Si dà la possibilità ai lavoratori di intascare il Tfr, sebbene con tassazione ordinaria, e si aumenta l’aliquota sui fondi pensione: non si penalizza troppo la previdenza integrativa?
«Per quanto riguarda il Tfr si tratta di soldi dei lavoratori, è giusto che possano scegliere cosa farne, e il miglioramento generale dell’economia dovrebbe favorire anche i fondi pensione. In ogni caso le politiche del governo sono orientate a creare opportunità per gli operatori privati, sbloccando il mercato in tutti i settori. Ne beneficerà anche la previdenza integrativa»

In pratica, tassiamo di più per favorire gli investitori. La nostra chiave di lettura è che, quando si considerano i cittadini-elettori-contribuenti come dei minorati encefalici, si tende a produrre argomentazioni di questo tipo. Ci meritiamo tutto. Ed il peggio deve ancora arrivare.

Investire, ed investiremo

in Adotta Un Neurone/Economia & Mercato/Famous Last Quotes/Italia

Riporta oggi l’Ansa:

Una valanga di risorse dal risparmio previdenziale da immettere nell’economia reale per il tanto agognato rilancio: un volume di 180-200 miliardi di euro di cui oggi il 70% viene incanalato su investimenti esteri. La Commissione di controllo sugli enti previdenziali, guidata da Lello Di Gioia, studia l’operazione ‘uovo di Colombo’: 10-15 miliardi di euro da investire nei settori economici, con effetto moltiplicatore si sale a 30 mld l’anno. “Non mi sembra poco – dice all’ANSA Di Gioia- in effetti si può rilanciare il paese”

Leggi tutto

Il redistributore

in Adotta Un Neurone/Economia & Mercato/Famous Last Quotes/Italia/Rassegna Stampa

Torniamo (anche per fatto personale) sulle dichiarazioni del sottosegretario all’Economia, Pier Paolo Baretta. Quelle in cui il nostro eroe vuole “convincere” gli imprenditori ad investire, costi quel che costi, e gli investitori istituzionali a cacciare soldi per finanziare gli investimenti medesimi. Oggi Baretta torna sull’argomento nel corso di una intervista concessa ad Alessandro Barbera de La Stampa, e precisa ulteriormente il proprio pensiero. Confermando i nostri timori ed aggiungendone di nuovi.

Leggi tutto

Giappone, ex paradiso dei pensionati

in Economia & Mercato/Esteri

Ieri il premier giapponese, Shinzo Abe, ha illustrato gli aggiornamenti alle linee guida della sua ormai mitologica “terza freccia”, quella delle riforme strutturali che dovrebbero liberalizzare molti ambiti di attività economica ed innalzare per questa via il potenziale di crescita dell’economia. Oggi arriva un’ulteriore indicazione da parte del ministro delle Finanze, Taro Aso, che riporta sulla terra il mito del Giappone stampatore di felicità.

Leggi tutto

Tassare il risparmio previdenziale è di sinistra, in Italia

in Adotta Un Neurone/Economia & Mercato/Italia

Ebbene sì, cari lettori: doveva accadere, prima o poi. Cade l’ultimo tabù, quello della intangibilità del risparmio previdenziale. Cade per effetto domino della solita coperta corta di un paese ridicolo, che promette solennemente ai propri sudditi di non inasprire la tassazione sul risparmio previdenziale, e poi giunge per via inerziale a tassare di più anche quello. Tutto troppo prevedibile.

Leggi tutto

Regno Unito, ripresa a credito

in Discussioni/Economia & Mercato/Esteri

Ieri il Cancelliere dello Scacchiere britannico, George Osborne, ha presentato il progetto di bilancio per il 2014. Tra le misure ve ne è una che è al contempo una forma di “antipaternalismo” finanziario piuttosto apprezzabile ma anche uno stimolo espansivo fatto con soldi dei cittadini. Il tutto avendo sullo sfondo le elezioni politiche del prossimo anno, secondo un classico timing elettorale.

Leggi tutto

La Comune degli autoespropriati

in Adotta Un Neurone/Economia & Mercato/Famous Last Quotes/Italia

Che accade quando un paese confuso, infelice ed analfabeta in economia sposa pulsioni “rivoluzionarie” e collettivistiche? Una cosa di questo tipo, inclusa la mirabolante cifra dei “100 miliardi investiti ogni mese”, che detta così sembra che si tratti di un flusso di 1.200 miliardi di euro annui. Perché sulle pensioni “va garantito un rendimento”.

Leggi tutto

Tanti, maledetti e pochi

in Discussioni/Economia & Mercato/Famous Last Quotes

In una intervista concessa a David Allegranti per il Corriere Fiorentino, Pietro Ichino parla della correzione necessaria al sistema pensionistico. La filosofia di tale perequazione, spiega Ichino, è quella di riallineare le prestazioni pensionistiche alla effettiva contribuzione del lavoratore. E sin qui, il principio è del tutto condivisibile. Il problema è quantificare queste risorse, e destinarle. E qui arrivano i problemi.

Leggi tutto

Il gioco delle tre tavolette fiscali della Matteonomics

in Economia & Mercato/Italia

Oggi, sul Sole c’è una intervista al senatore del Pd Yoram Gutgeld, noto per essere il consulente economico di Matteo Renzi, che illustra la sua proposta per rilanciare i consumi, che sono il grande latitante di questa sciagurata congiuntura. La proposta è una rielaborazione di altra, vecchia di un annetto, ma finisce inesorabilmente con l’arenarsi nelle secche della logica, prima che delle ristrettezze dei conti pubblici. E, anche in questo caso, con coperture fantasiose o di wishful thinking.

Leggi tutto

Spagna, l’ironia di chiamarsi sicurezza sociale

in Economia & Mercato/Unione Europea

Qualche mese fa vi avevamo segnalato l’operazione di creazione di domanda forzosa di titoli di stato effettuata dalla Spagna attraverso il proprio fondo per la Sicurezza sociale. In pratica il fondo, creato con i surplus dei contributi versati da imprese e lavoratori rispetto agli esborsi, aveva mutato politica d’investimento, inzeppandosi di Bonos per la quasi totalità del proprio portafoglio. In questo modo si sostenevano le quotazioni dei titoli di stato, già peraltro beneficiate dall’annuncio di Mario Draghi sulle OMT. Purtroppo, ora quel sostegno non solo viene meno, come da noi già segnalato mesi addietro, ma il fondo sta diventando sempre più venditore netto di titoli di stato.

Leggi tutto

Il bagno di sangue intergenerazionale di Davide Serra

in Discussioni/Economia & Mercato/Famous Last Quotes/Italia

Nei giorni scorsi Davide Serra, fondatore e partner del fondo Algebris, basato a Londra, ha rilasciato una intervista a Stefano Feltri. In essa vi sono spunti interessanti ed altri piuttosto bizzarri, per usare un understatement. L’intervista in sé non sarebbe neppure rilevante, se Serra non fosse accreditato di essere il più mediaticamente visibile e sovraesposto advisor di Matteo Renzi, in queste settimane impegnato in una estenuante (e del tutto irrilevante, per i poveri sudditi) guerra di trincea procedurale con i vertici del Partito democratico, in attesa del congresso fantasma. E’ quindi utile analizzare il pensiero di Serra in materia di politica economica, non perché Renzi sia destinato a replicarlo pedissequamente, quanto per farsi un’idea di massima.

Leggi tutto

Ahi, quanto ci costò avere Amato

in Adotta Un Neurone/Economia & Mercato/Famous Last Quotes/Italia/Video

«Abbiamo diritto all’assistenza e alla previdenza, ma abbiamo aspettative che vanno al di là del fattibile», disse l’ex premier ed ex tutto ma perennemente candidato ad altrettanto, al secolo Giuliano Amato. Domandandosi se è meglio mandare al fallimento il Paese o modificare le aspettative. «O noi italiani ci sintonizziamo con i tempi in cui viviamo per salvare al meglio ciò che abbiamo oppure il sistema di welfare è destinato a sgretolarsi». Il che, detto da un signore che cumula su di sé una rendita pensionistica che certamente ha assai pochi legami con i contributi che il suo titolare ha versato, non è male.

Leggi tutto

Il funerale del risparmio

in Discussioni/Economia & Mercato/Famous Last Quotes/Italia

Questa mattina, parlando alle celebrazioni italiane della Giornata mondiale del risparmio, Mario Draghi ha evidenziato alcuni punti che dicono tutto della vulnerabilità del nostro paese: “l’alto debito pubblico, i dubbi sulle prospettive di crescita della nostra economia, le incertezze ed i ritardi con cui si provvede alla correzione degli squilibri”. Ed altre disarmanti considerazioni, che tuttavia continuano a sfuggire alle orecchie della nostra ineffabile classe digerente.

Leggi tutto

Erase and rewind?

in Economia & Mercato/Esteri/Stati-Uniti

Lo scorso luglio, il Comitato di Basilea per la riforma della supervisione bancaria ha adottato la regola del 3 per cento che stabilisce che, per ogni 3 dollari di capitale, una banca può indebitarsi per un massimo di 97 dollari. Si tratta di una ipotesi di lavoro che potrebbe essere rivista prima dell’entrata in vigore delle nuove norme, visto che le banche hanno già iniziato un poderoso fuoco di sbarramento sotto la guida della lobby settoriale globale, quell’International Institute of Finance presieduto dal boss di Deutsche Bank, Joseph Ackermann.

Leggi tutto

Su previdenza e welfare occorre una Grande Riforma

in Articoli/Discussioni/Economia & Mercato/Italia

L’ordinaria manutenzione non basta

di Mario Seminerio – Libertiamo

Nei giorni scorsi il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, ha scritto una lettera al Foglio per segnalare le evidenze dell’ultimo Sustainability Report 2009 sulla spesa pensionistica, elaborato dalla Direzione Generale degli Affari Economici e Finanziari della Commissione europea. Secondo tale rapporto, che misura il gap di sostenibilità, cioè di quanto dovrebbe aumentare l’avanzo primario di ogni paese per porre in equilibrio la spesa pensionistica, l’Italia si collocherebbe ampiamente sotto la media europea.

Leggi tutto

Go to Top