Prosegue la lenta ma inesorabile discesa agli inferi della Spagna. L’agenzia di rating Fitch ha tagliato di un notch il merito di credito spagnolo, al livello di AA+, con outlook stabile, allineandolo a quello di Standard&Poor’s, la cui azione è iniziata oltre un anno addietro. Solo Moody’s mantiene la tripla A, ma è solo questione di tempo prima che questa agenzia, nota per il suo tempismo, si allinei alle consorelle. Chi ci segue da tempo e con regolarità aveva già odorato la puzza di bruciato proveniente da Madrid. Dal marzo 2008, per essere precisi, con reiterazione lo scorso anno.