di Alessandro Poggi

«L’operazione da lei richiesta non è al momento possibile».

È già il quinto sportello bancomat che provate, ma non vi permette di effettuare prelievi di contante. Chissà, ci deve essere stato un blackout elettronico o qualcosa del genere, pensate. Per strada notate però che davanti a molti istituti di credito si sono formate code lunghissime di gente. Tornate a casa e trovate vostra mamma che è preoccupata perché la sua pensione non le è ancora arrivata. Voi immaginate che magari c’è qualche problema tecnico che riguarda le banche. Accendete la tv, ma in onda ci sono solo dibattiti di economia e non avete voglia di ascoltarli. Passa qualche settimana, la vostra vita va avanti come prima, anche se nella vostra azienda hanno annunciato tagli del personale, ma voi l’avete scampata. Nel portafoglio non avete più euro, ma delle nuove lire e vi accorgete che tutto vi costa di più. Quell’iPhone che tanto desideravate, ora non potete neanche sognarvi di comprarlo. Per averlo vi servirebbe l’equivalente di oltre uno stipendio mensile. Che è successo? Vi domanderete.