di Mario Seminerio

La pubblicazione della stima “flash” sul prodotto interno lordo dell’Area Euro del primo trimestre 2008 ha evidenziato una sorpresa positiva sulla crescita, che è risultata dello 0,7 per cento trimestrale destagionalizzato, sopra le aspettative, poste a 0,4-0,5 per cento. In particolare, la maggior sorpresa si è avuta in Germania dove, con un più 1,5 per cento trimestrale, il pil ha segnato la più forte crescita trimestrale dal 1996. E’ opportuno analizzare il dato nei dettagli, anche per comprendere quanta parte della crescita è da considerare “autentica”.

Negli ultimi due giorni abbiamo letto elogi sperticati del Cav., nella sua nuova veste di statista quieto e dialogante con l’opposizione. Ieri abbiamo sentito il neo-ministro per l’Attuazione del Programma, Gianfranco Rotondi, a Ballarò, parlare di nascita della “Terza Repubblica”, quella in cui è ufficialmente cessata la pregiudiziale antiberlusconiana da parte dell’opposizione parlamentare. O di parte di essa, visto che Di Pietro ha deciso di perseguire pervicacemente la sua strategia di nicchia grillesca, e finora il mercato elettorale gli ha dato ragione, aumentando significativamente il suo “fatturato politico”. Si dice anche che Berlusconi abbia una squadra di ghost-writer che gli distilla il comune sentire degli italiani.