In considerazione del crescente interesse che economia e politica francesi rivestono da qualche tempo per noi italiani, abbiamo […]

La cancelliere tedesca Angela Merkel (Cdu), davanti ai delegati al congresso del Partito cristiano democratico in corso da oggi a Hannover, ha invitato a vigilare affinché i minareti delle nuove moschee non diventino più alti dei campanili delle chiese cristiane.
”Concretamente, dobbiamo prestare attenzione affinché le moschee non siano volutamente costruite in modo da essere più alte dei campanili delle chiese” ha detto Merkel parlando ai delegati del partito del quale è presidente. ”L’integrazione passa attraverso la disponibilità ad accettare veramente il paese d’accoglienza” ha aggiunto.

di Mario Seminerio – © LiberoMercato

Oggi Eurostat, l’istituto di statistica dell’Unione Europea, ha comunicato la stima flash (cioè preliminare) dell’indice dei prezzi al consumo armonizzati per il mese di novembre. La variazione tendenziale (cioè rispetto al mese di novembre 2006) è pari al 3 per cento. Giova ricordare che l’indice euro-armonizzato di un paese può differire, nello stesso mese, rispetto a quello calcolato con metodologia nazionale, pur essendo entrambi calcolati dagli uffici statistici nazionali. L’Italia, secondo l’elaborazione Istat, in novembre ha un indice tendenziale nazionale del 2,4 per cento, ottenuto attraverso un aumento mensile (novembre 2007 su ottobre 2007) dello 0,4 per cento. Capita poi che il ministro dello Sviluppo Economico, Bersani, se ne esca con questo commento che è un ibrido tra il bar dello sport e i trionfalismi dei partiti politici dopo le elezioni, sempre vincenti. Sostiene Bersani:

Non nasconde la preoccupazione neanche il ministro Pier Luigi Bersani, che però trova il modo di consolarsi: l’Italia si conferma «più virtuosa dei suoi partner europei» e questo grazie alle «liberalizzazioni già attuate che hanno fatto da scudo alle tensioni internazionali sui prezzi delle materie prime (cereali e prodotti petroliferi) dovute anche a comportamenti speculativi», è il commento del ministro per lo Sviluppo Economico.

Bene. A beneficio di Bersani e dei lettori forniamo alcuni “dettagli” interpretativi del dato.