In condizioni normali non l’avremmo mai postato ma riteniamo possa essere utile per permettere ai posteri di capire perché questo paese è imploso rovinosamente. Suggeriamo anche analisi della composizione chimica della falda acquifera, come prova decisiva. “Io sono un’opportunità”, “sono bella, brava e intelligente”, “dovrei avere i peli?” ed altre cosucce. E’ tutto finito, signori, tutto. Più analiticamente, questa è la degenerazione pre-terminale del famoso precetto “il privato è pubblico”, ibridato con il signorinismo trionfante, l’ipercafonal agli steroidi.

Scorrendo i giornali di oggi, balzano (o forse era balzàno?) all’occhio alcuni esempi della straordinaria capacità degli italiani a trovare scorciatoie per ficcarsi il più rapidamente possibile in un vicolo cieco, ma con grande soddisfazione. Sono skills che fanno parte del patrimonio culturale nazionale, probabilmente di una versione degenerata dell’arte di arrangiarsi, visto che tendono a produrre esiti più o meno profondamente disfunzionali.