Italia, land of opportunity. Non c’è solo la giovane Nicole Minetti che, in attesa di ascendere alla poltrona più alta della Farnesina, si esercita nella creazione di albi professionali (a breve anche quello, nuovissimo, di lap dancer in villa). Né c’è solo la più attempata Maria Grazia Siliquini, che ha appena opposto il gran rifiuto a lasciare il parlamento per entrare nel consiglio d’amministrazione di Poste italiane, azienda la cui complessità la Siliquini peraltro padroneggiava agevolmente.