Cercando il default con Fratianni e Savona

Sul Sole di oggi, Michele Fratianni e Paolo Savona tornano sulla loro proposta (che ci era sfuggita) di “consolidare” il debito pubblico italiano, cioè di allungarne le scadenze e ridurne le cedole. Il commento è una risposta pressoché esplicita ad un editoriale della premiata ditta Alesina & Giavazzi, in cui si affermava che “Chi poi parla di consolidare il debito …

Leggi tutto

Le determinanti del rapporto debito-Pil, fuor di moralismo

(* Post tecnico: a volte servono anche quelli, per poterla buttare in caciara in altri momenti) Un recente paper di Josh Mason e Arjun Jayadev tenta di analizzare la crescita del rapporto debito-reddito delle famiglie statunitensi dalla Grande Depressione ai giorni nostri. Tale rapporto può (anzi, deve) essere scomposto nelle sue grandezze costitutive: indebitamento primario, livello dei tassi d’interesse nominali, crescita …

Leggi tutto

Perché in Europa la stretta fiscale non basta

In una sessione dedicata alla crisi dell’Eurozona, durante il meeting annuale della American Economic Association, il capo economista del Fondo Monetario Internazionale, Olivier Blanchard, ha affrontato il caso dell’apparente enigma spagnolo. Quello di un paese con un bilancio pubblico in equilibrio ed invidiabilmente basso rapporto debito-Pil, prima della tempesta. Gli squilibri, nel caso spagnolo, stavano altrove rispetto ai conti pubblici.

La miccia bancaria sulla polveriera dei titoli di stato

Un dato che potrà aiutarvi a capire perché il ruolo delle banche europee come pesanti acquirenti di titoli di debito sovrano ci abbia messi tutti a sedere su una gigantesca polveriera. Scrive Sudeep Reddy sul Wall Street Journal: «Anche dopo che le banche europee hanno venduto titoli di stato (di Grecia, Portogallo, Italia e Spagna), l’esposizione delle banche al debito …

Leggi tutto

Per non morire dissanguati – 2

L’Italia vuole che si “tenga conto dell’influenza del ciclo economico” nella valutazione del ritmo di riduzione del debito eccedente il 60% del Pil. E’ scritto in uno degli emendamenti che il governo ha presentato il 29 dicembre scorso in vista dell’incontro di venerdì prossimo del gruppo di lavoro sul “Fiscal compact“. Ottima iniziativa, che andrà perseguita con la massima determinazione …

Leggi tutto

Send this to a friend