Quello che il Dpef non dice

Approvato oggi dal Consiglio dei ministri il Documento di Programmazione Economica e Finanziaria 2010-2014. Il governo ci informa che “intende agire per trasformare l’attuale crisi in un’opportunità di sviluppo e di rilancio per l’economia italiana, e più in generale di…

La fabbrica dei tesoretti

Su lavoce.info Tito Boeri segnala che il Dpef 2009-2013, varato due settimane fa dal governo, prevede stime estremamente pessimistiche riguardo il fabbisogno di cassa: 46,1 miliardi a fine anno contro i 23,5 miliardi di euro registrati a fine giugno. Un…

Veni, vidi, previdi

Oggi è il Tremonti-day, il giorno dell’audizione del ministro sul Dpef. E il Nostro ha pienamente corrisposto alle attese. L’andamento delle entrate fa escludere l’esistenza di tesoretti, ha affermato il ministro dell’Economia, e pensiamo abbia ragione da vendere. Affidiamo quindi…

IBL – Un Dpef sottotono

Rispetto al Documento di programmazione economico-finanziaria 2007-2011, il nuovo Dpef, appena licenziato dal Consiglio dei ministri, delude. Il Position Paper “Dpef 2008-2011. Né robusto né sostenibile” offre una dettagliata analisi del Documento. Commenta Carlo Stagnaro, direttore Energia e ambiente dell’IBL:…

I falsari

Il Documento di programmazione economica e finanziaria per il periodo dal 2008 al 2011, presentato giovedì scorso dal governo Prodi, rappresenta l’ennesima variante di contabilità creativa attuata da un esecutivo che ha ormai ampiamente oltrepassato la soglia della decenza istituzionale.…

Il Gosplan de noantri

Forse ha ragione chi definisce il Dpef un libro dei sogni, un “vorrei ma non posso”, la lista dei provvedimenti di spesa che il governo (qualsiasi governo) ambirebbe ad introdurre, ma che la ristrettezza delle risorse finanziarie impedisce di realizzare.…
Send this to a friend