Questa sera, nel corso del telegiornale de la7, il sondaggista Fabrizio Masia è finalmente riuscito ad inserirsi nella settimanale trance agonistica di Enrico Mentana (impegnato ogni lunedì ad esaltare variazioni dello 0,2 per cento del caravanserraglio partitico italiano), per scolpire la seguente precisazione:

“Le variazioni settimanali non sono statisticamente significative”

Così, con questa frasetta buttata lì con nonchalance – come i bugiardini dei farmaci sugli effetti collaterali, morte inclusa, o i piccolissimi disclaimer nei prospetti informativi delle società di gestione sui risultati passati non rappresentativi di performance future – Masia ha iniziato di buona lena a segare il ramo su cui lui e Mentana sono seduti da mesi.