Saccomanni, l’impolitica che fa danni

Al termine di una giornata semplicemente disastrosa, peraltro per lui non la prima, il ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, ha ritenuto di doversi presentare davanti alla stampa e giustificare alcuni provvedimenti governativi che sono semplicemente indifendibili, nell’ennesimo spasmo di un esecutivo che ha da tempo terminato la propria esistenza e rischia ogni giorno di più di trascinare il paese nel caos …

Leggi tutto

E vedete di ringraziare

Sulla cancellazione della seconda rata dell’Imu “il governo ha mantenuto l’impegno”. Lo afferma il ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, in conferenza stampa a Palazzo Chigi dopo il Cdm (Ansa, 27 novembre 2013). “Abbiamo ridotto le tasse sulla casa di 4,5 miliardi. Sul conguaglio da pagare c’è stato un eccesso di drammatizzazione. Non c’è nessuna volontà di dar fastidio ai contribuenti o …

Leggi tutto

Contro il logorio della crisi moderna

Viviamo tempi confusi ed infelici. Per questo quando un ministro dell’Economia (da queste parti sinora più o meno sempre difeso da attacchi spesso belluini) riesce a dire che la banca centrale italiana «si trasformerà in public company», parlando del provvedimento per la rivalutazione delle quote, visto che il tetto al 5% per la partecipazione «lascia la porta aperta a investitori europei» …

Leggi tutto

La nave dei folli

Ieri, il ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, al question time del Senato, ha lanciato una secchiata di realtà ghiacciata sul perdurante ed ormai stucchevole baloccamento dei nostri parolai su Iva ed Imu: «L’eliminazione completa dell’Imu costa 4 miliardi e altrettanto il blocco di un punto dell’Iva, cifre che fanno ipotizzare interventi compensativi di estrema severità che al momento non sono rinvenibili» …

Leggi tutto

Resta aggiornato!

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti nella tua casella email

Grazie! Riceverai una mail di conferma. In caso non avvenisse, ricordati di guardare anche nella cartella antispam

Uh-oh, qualcosa è andato storto!

Send this to a friend