Fermate il mondo, il sovrano Popolo italiano vuole scendere

Ieri a Davos il presidente del consiglio, Giuseppe Conte, ha tenuto il suo “atteso” discorso, davanti ad una platea non particolarmente folta. L’evento non resterà negli annali della storia ma è stato l’occasione per ribadire alcuni assai logori luoghi comuni che fanno ormai parte della cultura mainstream di questo paese, e che ne garantiranno il declino.

La democrazia non è un pasto gratis

Ma lo capirete quando sarà tardi di Mario Seminerio – Il Fatto Quotidiano I mercati finanziari sono tornati sotto pressione, in quella che pare essere una costante: tentativi di recupero intervallati da esplosioni di avversione al rischio. I catalizzatori di queste fasi si avvicendano, con ripetitività esasperante: la Cina, la Federal Reserve e i tassi americani, le tensioni in Eurozona, il …

Leggi tutto

BarTori, o delle mezze stagioni andate a male

Oggi, sul Corriere, c’è un cosiddetto editoriale del professor Giovanni Sartori. La notizia, in sé, non avrebbe alcuna rilevanza se non fosse per i concetti del tutto stralunati che in tale editoriale compaiono, e che pongono un problema piuttosto oggettivo (come si diceva ai tempi delle suggestioni rivoluzionarie) sulla qualità di quello che compare negli spazi dei commenti della stampa …

Leggi tutto

Il rimbalzo della globalizzazione

La Volkswagen starebbe lavorando all’introduzione di un nuovo marchio low-cost, con tre modelli con i quali far concorrenza alla Dacia Renault, ma anche al gruppo Hyundai/Kia ed alla Fiat. Lo rivela la rivista Auto Bild, spiegando che i manager di Wolfsburg avrebbero in programma la produzione a partire dal 2015 di una berlina, di un’utilitaria e di un mini-van con …

Leggi tutto

La paura e la speranza – 1

Da dove iniziare a recensire l’ultima fatica letteraria del nostro ministro dell’Economia? Difficile immaginarlo, tali a tanti sono i piani di analisi e diagnosi in essa confusamente affastellati. Ricorriamo allora ad un miserrimo espediente, che la dice lunga sulla nostra inadeguatezza a comprendere i paradigmi del libro: seguiamo la numerazione delle pagine, il nesso verrà.

Libero commercio e neo-globalizzazione: scommesse del prossimo “number one”

di Mario Seminerio Tira una brutta aria, per il liberismo ed i liberisti: un gelido vento di recessione sta gonfiando le vele di quanti, soprattutto in Occidente, invocano interventi a vario titolo protezionistici, per “difendere” (illusoriamente, sia ben chiaro) il potere d’acquisto dei lavoratori ed i loro impieghi. Ha cominciato il presidente francese Sarkozy, lo scorso anno, quando le cose …

Leggi tutto

Send this to a friend