Grande distribuzione dissestata

Oggi sul Sole un articolo di Emanuele Scarci illustra lo stato di crisi ormai pressoché conclamata della grande distribuzione organizzata del nostro paese. Un settore destinato a subire in futuro sempre più prossimo una profonda trasformazione organizzativa che con tutta probabilità si tradurrà in espulsione di forza lavoro e ristrutturazione delle tipologie contrattuali, con inevitabili pressioni ribassiste sulle retribuzioni.

Decidetevi, compagni: o italianità o liberalizzazioni

Non potete avere entrambe. A meno di ritenere gli italiani dei minus habens, considerazione che potrebbe peraltro avere un qualche fondamento. La tesi secondo la quale la proprietà italiana della grande distribuzione food sarebbe garanzia di mantenimento in vita della produzione italiana, soprattutto nel settore agroalimentare, è una mistificazione ed un falso. Che le Coop abbiano mire su Esselunga, ora …

Leggi tutto

Resta aggiornato!

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti nella tua casella email

Grazie! Riceverai una mail di conferma. In caso non avvenisse, ricordati di guardare anche nella cartella antispam

Uh-oh, qualcosa è andato storto!

Send this to a friend