Fatti due conti

Mentre il premier celebra la Presa della Bastiglia parlando di “clima giacobino”, un passaggio di un articolo di Niccolò Zancan su la Stampa riguardo il dossierificio contro l’attuale governatore campano, Stefano Caldoro, può essere utile per imparare a far di conto riguardo il numero delle persone intercettate in questo stato di polizia.

“Domani, 9 luglio…”

C’è il No Bavaglio Day. Dove, secondo l’inarrivabile Emilio Fede (con immancabile mimica facciale da emiparesi scettico-schifata), si ritroveranno “Centri sociali (??, ndPh.); Italia dei Valori…qualche giornalista…non si capisce bene…a protestare”. Poco più in là c’è il bofonchio di chiusa: “A volte si rovinano le famiglie”. Che non è riferito alle conseguenze dell’andare a zoccole, ma alle intercettazioni. Quest’uomo se …

Leggi tutto

Il Pil può attendere

Il premier torna a sproloquiare sull’inferno del governare, impedito da una costituzione, un fisco, una magistratura, una burocrazia, dei giornali e probabilmente pure da un dio comunista che si è assopito su questo paese, mentre l’Europa vive il suo momento più difficile, sotto il peso di una crisi finanziaria che minaccia di essere esiziale per il nostro tenore di vita. …

Leggi tutto

Coincidenze inquietanti

Pare proprio che, anche dopo le ultime prese di posizione della stampa “amica” del premier (Feltri e Sechi, per non fare nomi), a difendere la legge-porcata sulle intercettazioni siano rimasti il nostro tuttologo multimediale di riferimento e il Lìder Massimo. Per l’ennesima volta il governo getta via il bambino con l’acqua sporca, dev’essere un vizio congenito. P.S. Si lo sappiamo, …

Leggi tutto

Consenso bulgaro

Parlando di attori imbolsiti dalle repliche: «Approfitto dell’occasione per fare molti complimenti al premier bulgaro perché condivide con me il primo posto nel gradimento delle nostre popolazioni in Europa; in un momento di grande difficoltà per tutti i leader, Bojko e Silvio condividono un consenso del 63%». Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi nella conferenza stampa a Palazzo Chigi …

Leggi tutto

Le educande di Viale Mazzini e dintorni

E ti pareva che il direttore di Repubblica, giornale che da tempo riveste la funzione di cancelleria mediatica del Tribunale di Milano, in cui cioè vengono depositati atti e trascrizioni delle intercettazioni che ammorbano la vita civile di questo paese, non trovasse modo e maniera di riesumare il golem della P2: “Un’interposizione arbitraria e sofisticatissima, onnipotente perché occulta come la …

Leggi tutto

Send this to a friend