Quanto è dura essere neocon

Pensate: abbiamo un popolo che s’incazza perché non arriva più alla prima settimana. E quindi si riversa in piazza a protestare contro l’affamatore corrotto. E voi ve la prendete con il presidente degli Stati Uniti, che non ha reso commestibile la democrazia. Alla fine l’esercito, che da sempre ha in mano le sorti del paese, costringe il satrapo ad andarsene, …

Leggi tutto

Ottime ragioni

Il nostro socio JCF, pur confermandogli il proprio affetto,  spiega le ragioni per evitare di trascorrere i prossimi anni nel ruolo di orfani inconsolabili di GWB. Il passaggio che preferiamo è questo: Esistono forti motivi per chiedersi se valesse la pena di seguire le illusioni messianiche di quella parte di neocon in precedenza socialisti di sinistra e divenuti socialisti clericali, …

Leggi tutto

Poche idee, ma fisse e confuse

di Andrea Gilli In uno dei suoi ultimi articoli Christian Rocca ripete, come una sorta di Honecker del nuovo secolo, che c’è una sola via alla Salvezza: la “Dottrina Bush”. Bistrattata dalla storia, abbandonata dai suoi stessi sostenitori (intellettuali – come Robert Kagan, nel suo ultimo libro) e politici (Bush in primis), la Dottrina Bush è ormai divenuta una delle …

Leggi tutto

Il ritorno del neocon prodigo

L’ultima fatica di Robert Kagan, The Return of History and the End of Dreams, è valso al suo autore l’aggettivo/epiteto di realista. Il Ventunesimo secolo, per Kagan, sarà molto simile al Diciannovesimo, con il ritorno del confronto tra Grandi Potenze, che Kagan suddivide in Democrazie (liberali ed Occidentali) ed Autocrazie (asiatiche). Per questo motivo l’analista neoconservatore, che oggi si compiace …

Leggi tutto

Neoconfusi – 2

di Daniele G. Sfregola Il wilsonismo, da Wilson in poi, è l’anima dell’America in politica estera (con la solita eccezione di Richard Nixon). Lo stesso Nixon amava definirsi wilsoniano, anche se nei fatti non lo era affatto. Questo la dice lunga sul radicamento di questo principio nella politica estera americana: qualsiasi approccio americano è partito dagli assunti wilsoniani. Anche le …

Leggi tutto

Neoconfusi – 1

Su The American Interest, il neocon Richard Perle viene assalito dalla sincerità, e ci comunica che obiettivo della guerra in Iraq non era la diffusione della democrazia: Contrary to the view of many critics of the war, we did not go into Iraq mainly to impose democracy by force in some grand, ambitious (and naive) scheme to transform Iraq and …

Leggi tutto

Realisticamente neocon

di Andrea Gilli Facciamo un quiz: secondo voi, chi è l’autore delle seguenti frasi? (…) The strength of alliances is heavily dependent on the objective balance of international forces, and has very little to do with the syntax of the U.S. president or the disdain in which he might be held by a country’s cultural elites. […] It’s classic balance-of-power …

Leggi tutto

Resta aggiornato!

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti nella tua casella email

Grazie! Riceverai una mail di conferma. In caso non avvenisse, ricordati di guardare anche nella cartella antispam

Uh-oh, qualcosa è andato storto!

Send this to a friend