Monti, la Spectre, il fango e il debunker Giannino

Arriva molto puntuale, Oscar Giannino, a spiegare a Otto e mezzo che chi sta nell’Advisory Board di Goldman Sachs (o di Morgan Stanley, o di Citigroup), soprattutto se è stato un politico, un alto funzionario nazionale o europeo o un banchiere centrale, non è che passi il tempo a studiare modi per distruggere i clienti, soprattutto se questi ultimi sono …

Leggi tutto

La versione del credit crunch

Oggi il vostro titolare ha partecipato alla puntata di “Nove in punto – La versione di Oscar“, in cui si è discusso (con Salvatore Bragantini ed il rigorosissimo Tobias Piller) di euro-crisi e della situazione italiana, banche incluse. Demeriti (enormi) del nostro fantasmagorico governo, errori europei e miopie potenzialmente letali nell’ultima versione dello stress test bancario, l’esigenza di una banca …

Leggi tutto

Uno spettro si aggira per l’Italia, si chiama patrimoniale

Su Chicago Blog, Oscar Giannino torna sul tema della patrimoniale, finalmente entrato nel dibattito pubblico di un paese che ama vivere col torcicollo, guardandosi indietro e ripetendo gli stessi errori del passato. Della tentazione di una “compensazione” tra debito pubblico e ricchezza privata, avete letto e leggete su questo sito da molto, moltissimo tempo.

La versione dell’euro

Tensione in Europa. Unione di nuovo nella tempesta dell’euro-debito. Grecia, Irlanda, Portogallo e Spagna ma la lista sembra non finire qui. La crisi è tale che per la prima volta il dibattito sulla durata dell’euro comincia ad avere una certa consistenza non solo come caso di scuola ma come una concreta possibilità. Questa mattina a “Nove in punto – La …

Leggi tutto

Lo sfarinamento

Interessante ed assai condivisibile analisi dell’attuale quadro politico italiano, realizzata da Oscar Giannino. Dall’ennesima frase celebre di Bossi (“Fini e i suoi vogliono un po’ di soldi da sprecare al Sud”), emerge non solo e non tanto un tema che di fatto ci portiamo dietro dall’Unità d’Italia, quanto la vulnerabilità assoluta di questa coalizione di governo, non inedita né imputabile …

Leggi tutto

Tutte le insidie di un “salvataggio”

Dopo la grande euforia di ieri (soprattutto da ricopertura di posizioni corte), oggi ci si interroga sulle aree grigie del pacchetto notturno di ieri, tecnicalità incluse, e sull’austerità prossima ventura, che di quell’accordo sarebbe l’architrave. Mai come in questo caso l’uso del condizionale è d’obbligo. Ne abbiamo discusso oggi con Oscar Giannino a “Nove in punto“.

Resta aggiornato!

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti nella tua casella email

Grazie! Riceverai una mail di conferma. In caso non avvenisse, ricordati di guardare anche nella cartella antispam

Uh-oh, qualcosa è andato storto!

Send this to a friend