L’adamantino libertario Ron Paul ha le idee molto chiare sul tema della moschea che dovrebbe essere edificata a pochi isolati da Ground Zero. A suo giudizio, la difesa del diritto di proprietà e dell’articolo 1 della Costituzione deve restare intransigente, e non limitarsi a lip services che nascondono pressioni, motivate con la richiesta di “sensibilità” a non costruire un moschea in quella zona.

di Mario Seminerio – Libertiamo

Giovedì il Financial Services Committee della Camera dei Rappresentati statunitense ha approvato per 43 voti contro 26 il cosiddetto emendamento Paul-Grayson “Audit the Fed“, inserito nella cornice del bill “Financial Stability Improvement Act of 2009“, in discussione alla Camera. L’emendamento è stato presentato dal Repubblicano del Texas Ron Paul e dal Democratico della Florida Alan Grayson, e prevede l’assoggettamento sostanziale (pur vietandolo formalmente) delle decisioni della banca centrale statunitense in materia di politica monetaria e di rapporti con le istituzioni finanziarie internazionali al General Accountability Office (GAO), simile alla nostra Corte dei conti, ma che agisce su mandato e richiesta del Congresso.