I crediti della Magna Grecia

Oggi il Sole dedica numerosi articoli, tutti molto interessanti, alla situazione delle finanze pubbliche siciliane. Noi vi segnaliamo quello di Giuseppe Oddo, che evidenzia l’enorme livello raggiunto dai crediti “vantati” dalla Regione Sicilia, che ammontano a 15,7 miliardi di euro.

Petraeus a Palermo

Pare che l’Iraq stia diventando uno stato di dipendenti pubblici, e non solo per l’eredità socialista di Saddam Hussein: «Il ruolo guida del governo nell’occupazione significa che esso stabilisce i salari e controlla il mercato del lavoro. Molti di questi lavoratori non hanno una reale posizione, ed esistono per mantenere il sostegno ai partiti politici e tenere la gente lontano …

Leggi tutto

Il numeretto del giorno

Venerdì scorso il credit default swap a cinque anni della Regione Sicilia era a 245 punti-base, secondo la società di rilevazioni specializzate CMA; un livello piuttosto elevato. Lo stesso giorno il cds sullo stato della California, il fiscalmente disastrato ex Golden State, era a 260 punti-base. Chissà che il federalismo fiscale non ci regali anche il fallimento di un’intera classe …

Leggi tutto

Contrordine, compari

“Credo che una seria riflessione sul ‘Piano Casa’ dopo quello che è successo a Messina serva alla Regione ma serva anche ai Comuni che prima di aggredire il verde nel nome della esigenza abitativa debbano riflettere sul dramma ambientale complessivo che tutto richiede tranne che nuovi tentativi di sacchi edilizi sul territorio”.  A parlare in questi termini non è il …

Leggi tutto

La bestia che dobbiamo affamare

Pare proprio essere la Regione Sicilia. Non c’è solo un problema di entrate, nel senso di evasione fiscale massiccia e diffusa nel Mezzogiorno, come ampiamente documentato, ma anche uno di irresponsabilità di spesa, che va quindi agevolmente fuori controllo. Non sappiamo se il problema risieda nello statuto speciale o in altro, è poco rilevante.

Resta aggiornato!

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti nella tua casella email

Grazie! Riceverai una mail di conferma. In caso non avvenisse, ricordati di guardare anche nella cartella antispam

Uh-oh, qualcosa è andato storto!

Send this to a friend