Paga e taci, somaro italiano

Dopo il pensionamento della vecchia legge Finanziaria, il decreto Milleproroghe è diventato il nuovo baccanale della spesa pubblica, come testimoniato dai 1800 emendamenti contati dagli uffici delle commissioni Affari Costituzionali e Bilancio di Palazzo Madama. Del resto, il Milleproroghe, oltre alla delega sul federalismo, è l’unica diligenza legislativa assaltabile in questo momento. Tra le perle degli emendamenti, ve ne segnaliamo …

Leggi tutto

Embè Republic

Prendendo spunto dal commento di oggi di Massimo Gramellini, la rassegna stampa di Dagospia segnala la probabile elevazione agli onori ministeriali per Aldo Brancher, il pontiere tra Silvio e Umberto. L’ex “sacerdote paolino”, come lo definisce il Corriere, che oggi è sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega alle Riforme per il Federalismo, diverrebbe ministro all’Attuazione del medesimo, promettendo di …

Leggi tutto

Conoscere per deliberare. E incazzarsi

Su Chicago Blog (e più estesamente su il Sussidiario.net), il professor Ugo Arrigo mostra in quali aree si sarebbe dovuta concentrare l’attenzione della manovra correttiva. Non è una novità, per chi legge questo sito: i consumi intermedi (cioè gli acquisti) della pubblica amministrazione e le prestazioni sociali in denaro (soprattutto pensioni), la cui dinamica, dal 2000 al 2009, è stata …

Leggi tutto

Traduzione a fronte

Nel tardo pomeriggio di ieri il premier si è presentato ai giornalisti per illustrare la manovra correttiva 2011-2012. Ed ha esordito leggendo diligentemente un comunicato, forse scritto (certamente ispirato) da Tremonti stesso. E’ utile decrittare il messaggio contenuto in questa informativa, potrà servire per demistificare alcune leggende metropolitane che continuano ad esserci somministrate quotidianamente.

La manovra vista da centrodestra

Su il Riformista, Antonio Vanuzzo riassume le reazioni di quello che, un po’ enfaticamente, viene definito “Il Gotha intellettuale del centrodestra” alle anticipazioni sulla correzione di finanza pubblica che il governo si accinge a varare. C’è pure il giudizio del vostro titolare: vedete voi se considerarlo un intruso in questo gruppo e, in caso affermativo, in base a quale parametro.

Qualcosa non torna

«In generale, il periodo 2000-2008 è caratterizzato da un trend crescente della spesa in rapporto al Pil, che passa dal 46,2 per cento del 2000 al 49,3 per cento del 2008, con una media pari al 48,2 per cento. Anche la spesa primaria, ovvero la spesa complessiva al netto degli interessi, mostra un andamento crescente per gli anni in esame: …

Leggi tutto

Resta aggiornato!

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamento nella tua casella email

Ecco fatto!

Oh-oh, qualcosa è andato storto! Riproviamo?

Send this to a friend