Il dramma italiano, spiegato – 2

Oggi su Repubblica, un articolo di Federico Fubini segnala uno studio di Haver Analytics sulla inarrestabile crescita del debito privato italiano. Fubini è uno dei pochissimi (forse l’unico, ma possiamo sbagliarci) giornalisti italiani che seguono in modo sistematico e puntuale la dinamica del debito, pubblico e privato, applicando analiticamente la regoletta infernale sulla autoalimentazione del rapporto di indebitamento.

Il ritorno di antiche tradizioni

Negli Stati Uniti da qualche tempo, in parallelo al rally di borsa, si è affermata una tendenza che è la riproposizione di quanto già visto prima dello scoppio della crisi: indebitarsi utilizzando come garanzia un attivo patrimoniale. Nella scorsa esistenza era il debito contratto a valere sulla propria abitazione, ed utilizzato per espandere soprattutto i consumi. Il nome esotico della …

Leggi tutto

Regno Unito, il lungo coma e l’inflazione

Qui sotto, un grafico tratto da Alphaville che parla (anzi, urla) da solo: l’andamento del Pil britannico dopo i maggiori episodi recessivi degli ultimi novant’anni circa. Come si nota, il profilo della “ripresa” post crisi del 2008 è desolatamente piatto: proprio non c’è modo di risollevare l’economia. Che fare, quindi? E cosa è andato storto?

Il Pil nel mirino

(Post tecnico, sempre di quelli da giornate prive di senso ma utile per capire dove potremmo andare) Da qualche tempo un nuovo, esoterico acronimo è entrato nel dibattito economico sulla politica monetaria. Per ora la discussione è ristretta soprattutto ai banchieri centrali ed agli accademici, oltre che ai money manager. Questo acronimo è NGDPLT, significa Nominal Gross Domestic Product Level …

Leggi tutto

Vite low cost

Oggi sul Ft c’è un commento dello strategist canadese David Rosenberg, ex Merrill Lynch e non esattamente un epigono del dottor Pangloss. Degli Stati Uniti che crescono poco e nulla, malgrado anni passati con un rapporto deficit-Pil intorno al 10 per cento abbiamo detto più volte, così come di una Fed che ormai sta arrampicandosi sugli specchi per stimolare l’economia, …

Leggi tutto

La trappola del debito

Oggi, sul Corriere, un pezzo breve ma denso di Federico Fubini spiega quello che la politica e gran parte degli osservatori insistono a non voler vedere: il problema della sostenibilità del debito, non solo pubblico ma anche e soprattutto privato. Perché le leggi che regolano le dinamiche del rapporto tra debito e reddito sono eterne ed immutabili.

Send this to a friend