Iniziamo con una doverosa difesa, non d’ufficio: quella del lavoro dei giornalisti dell’Ansa. Che sono pochi e massacrati dalla crisi aziendale e dai contratti di solidarietà. Ed accade quindi che la qualità del loro lavoro ne risenta, a volte pesantemente. Ad esempio, non hanno più un giornalista fisso a Francoforte; capita poi che la persona che segue la Bce stesse facendo altro, perché la solidarietà è coperta assai corta assente perché (appunto) in solidarietà. E che accade, quindi? Accade che chi copre l’ultimo discorso di Mario Draghi traduca alla lettera, cioè malissimo, una sua espressione.

Lancio Ansa di questa mattina alle 9.28, probabilmente prima di aver preso il caffè:

Eni: effetto Libia in piazza Affari (-2,6%)
Effetto Libia per Eni in Piazza Affari. Il titolo del Cane a Sei Zampe scivola e cede il 2,74% a 18,11 euro dopo le sparatorie e l’attacco al Parlamento a Tripoli. Gli analisti di Intermonte sottolineano in una nota come “ad appena due giorni dal suo riavvio, il giacimento di El Feel (65% Eni e 35% Statoil) è tornato a fermarsi in scia ad una nuova ondata di proteste”, con ripercussioni negative sulla produzione di Eni.