Nel frattempo, nel mondo reale

Da un’eccellente infografica del Financial Times, peraltro dedicata alla Francia, scopriamo che viviamo in un paese che ha in corso una ripresa letteralmente rabbiosa. Quasi da burnout. Inteso però non nel senso motoristico del termine quanto in quello psichiatrico. A volte basta solo mettere la testolina fuori dal cortile, non è difficile.

Ad esempio, la crescita cumulata del Pil dal primo trimestre 2014 (inizio della Fulgida Era Renziana del Riscatto e Rinascimento), al quarto trimestre 2015:

//platform.twitter.com/widgets.js

Oppure i dati sulla crescita cumulata dell’occupazione, nello stesso periodo, dove si ammira tutta la geometrica potenza di fuoco dei nostri sussidi temporanei alle assunzioni:

//platform.twitter.com/widgets.js

O l’andamento degli investimenti, che è piuttosto eclatante. In effetti, pare che l’Italia abbia avuto lo scoppio di una bolla, ma da queste parti di bolle non se ne vedono da tempo immemore:

//platform.twitter.com/widgets.js

A noi notoriamente è la prospettiva, o meglio la sua mancanza, quello che ci frega. In compenso siamo campioni mondiali di autoinganno, oltre che di vittimismo, che ne è il naturale discendente.

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!