Da un lettore milanese riceviamo e volentieri pubblichiamo.

Caro titolare, vorrei sottoporti una storia di ordinaria incomunicabilità tra cittadino e pubblica amministrazione. Che novità, dirai tu. Certo, non lo è. O meglio, è una variazione sul tema ma risulta quasi divertente, come spesso sono i casi di “comunicazione” tra pubblica amministrazione e cittadini contribuenti.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo, a proposito della elevatissima propensione all’innovazione che contraddistingue il paese la sua città organizzatrice di Expo 2015:

Il Comune di Milano ha finalmente aperto il bando per l’elenco professionisti (architetti e ingegneri) a cui affidare gli incarichi sotto i 100.000 euro, come da normativa contenuta nel Codice dei Contratti Pubblici, ovvero all’articolo 91 del DLgs 163/2006.
Ovviamente l’iscrizione è cartacea, con tanto di busta sigillata e controfirmata, nonostante l’obbligo della pec e l’esistenza di un sito del Comune oggettivamente abbastanza efficiente.