Vendette postume

(ANSA) Ha il sapore intenso della vendetta, per quanto fortuita, la vicenda di un cacciatore svedese finito all’ospedale dopo essere stato violentemente colpito alla testa da un’oca selvatica, alla quale aveva appena sparato. Centro perfetto, da parte di entrambi: lui con la doppietta ha preso al volo la preda, che però cadendo a terra gli è piombata letteralmente addosso, tramortendolo. L’uomo, tale Ulf Ilback, ha raccontato la vicenda al quotidiano locale ‘Extra Ostergotland’, ripreso dall’agenzia di stampa ‘Tt’; e l’ha raccontata dal letto del reparto ortopedico nel quale si trova ricoverato, e dove dovrà rimanere per almeno un paio di giorni. “Penso proprio che l’oca volesse la rivincita”, ha commentato il cacciatore. Tutto sommato, gli è andata pure bene: il pennuto stecchito pesava la bellezza 6 chilogrammi, e gli è finito in testa da un’altezza di circa 20 metri.