“I titoli derivati rappresentano in valore nove volte e mezzo il Pil del mondo, sono dimensioni da crack mondiale. E’ evidente che il sistema finanziario mondiale non può reggere, mi dispiace dirlo ma l’avevamo detto, dal crack Lehman Brothers in poi chiediamo che i titoli non monitorati e con contratti non standardizzati vengano messi fuori legge”. Lo ha detto a Radio Radicale il responsabile delle mitologiche “commissioni economiche” del Pd, Francesco Boccia. Che in seguito sviluppa l’argomentazione secondo criteri che gli permetteranno di essere candidato al Nobel della Logica e a quello della demagogia.

Una notizia nelle ultime quarantott’ore ha fatto rapidamente il giro della leggendaria Rete, giungendo a riecheggiare sin dentro i palazzi della politica: le riserve auree della Banca d’Italia sono diminuite! Accorruomo, gli gnomi della finanza sono arrivati per incravattare il nostro paese, e ancor prima che al medesimo venga inferto il colpo di grazia della nuova tassa di due centesimi per ogni sms inviato, per finanziare la Protezione Civile! Scandalo e disdoro! Presto, corriamo ad imbrattare i pixel e le agenzie di stampa!