Zuccotti e zucche vuote

Foto scattata sabato a Zuccotti Park. Dove si dimostra che solo alcune piazze hanno compreso perfettamente i termini della questione. L’Italia resta un paese tragicamente arretrato ed economicamente analfabeta, con le sue deliranti richieste di “default selettivi“. In America il modello IS-LM e le pulizie del parco; da noi Argentina e signoraggio, con casseur in omaggio.

Appuntamento a Piazza Italia

Solo una considerazione: si può dissentire da Marco Pannella e dai Radicali (chi scrive è tra quanti dissentono, per innumerevoli motivi che non è il caso di dettagliare in questa sede), ma vedere un uomo armato solo dei propri argomenti essere insultato da un vigliacco che per soprammercato gli sputa addosso prima di andarsene, fa veramente ribollire il sangue.

Riconversioni improduttive

Sul sito de il Fatto, la banca americana Goldman Sachs viene definita “agenzia di rating”, quindi sorellina di Moody’s e Standard&Poor’s. Di certo un lapis o un qui quo qua, che in questo momento di indignazione passa tranquillamente inosservato. Tanto, so’ tutti uguali, no? Le agenzie di rating fanno trading e le banche d’investimento valutano il merito di credito dei debitori. …

Leggi tutto

Indignati, protesta informata? Ecco cosa si rischia a non pagare il debito

Attendendo la grande manifestazione “indignata” di domani, può essere utile analizzare quali sarebbero le conseguenze di quello che è rapidamente divenuto il nuovo mantra di una protesta che si è rapidamente incanalata su un binario morto, considerando le proposte “operative” che da essa provengono: “il vostro debito non lo paghiamo”, ergo “viva il default”, meglio se “pilotato” o “selettivo”, che non è dato sapere che diavolo sia.

Leggi tutto

Resta aggiornato!

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti nella tua casella email

Grazie! Riceverai una mail di conferma. In caso non avvenisse, ricordati di guardare anche nella cartella antispam

Uh-oh, qualcosa è andato storto!

Send this to a friend