Mercoledì primo agosto rappresenta una data storica. Anzi, solennelle, visto che quel giorno entrerà in vigore la Tobin Tax francese, voluta da Sarkozy e confermata da Hollande. Come spiega un commento di Bloomberg, l’aliquota sarà pari allo 0,2 per cento (doppio di quanto originariamente previsto da Sarkozy), e la gabella applicata alle compravendite dei titoli azionari di società con capitalizzazione eccedente il miliardo di euro (non è dato sapere perché quelle più piccole siano escluse, ma non è importante), oltre che alle operazioni di trading ad alta frequenza ed ai credit default swap “nudi”, cioè quelli in cui si compra protezione senza possedere titoli di debito dell’emittente sottostante.