Cortocircuito

Negli Stati Uniti gli stati si indebitano pesantemente con il governo federale per continuare a pagare i sussidi di disoccupazione e raccolgono fondi per rimborsare i prestiti federali alzando i contributi sociali sulle retribuzioni, frenando in tal modo la già esangue ripresa dell’occupazione. Durante l’anno fiscale 2008-2009, gli stati hanno raccolto 31 miliardi di dollari di payroll taxes per l’assicurazione disoccupazione, e ne hanno spesi 79,4 miliardi in sussidi di disoccupazione. I prestiti federali per consentire agli stati di pagare i sussidi di disoccupazione sono stati finora esenti da interesse, per decisione dell’Amministrazione Obama inserita nella legge di stimolo. Questa agevolazione scadrà a gennaio. L’intera storia è qui.

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!