Torna a casa, Elsa

Come informa l’Ansa, tra i criteri per l’aumento della produttività, per il Governo c’è il “depotenziamento degli automatismi” compresa la “rinuncia” all’indicizzazione dei salari ai prezzi “in via automatica”. Lo ha detto il ministro del Lavoro, Elsa Fornero in una audizione al Senato.

Ora, a noi non sovviene nessuna forma contrattuale in cui esista ancora una cosa chiamata “indicizzazione salariale automatica ai prezzi”, ma se qualcuno la conoscesse, è pregato di segnalarcela. Dubitiamo peraltro che il ministro si riferisse ai recuperi di inflazione pregressa che di solito caratterizzano i rinnovi contrattuali dei vari comparti, perché quello non è un automatismo bensì una libera determinazione tra le parti negoziali. Quindi, a meno di nostri errori ed omissioni, sarebbe forse stato meglio chiamare le cose col loro nome: il governo chiede l’eliminazione di tutti gli automatismi presenti nella contrattazione collettiva. E qui il pensiero corre immediatamente agli scatti di anzianità, più che ad improbabili spirali prezzi-salari.

Ma ribadiamolo: perché non liberarsi di quel velo di ipocrisia che sembra caratterizzare questo governo quando si tratta di dire la verità agli italiani? Questa arrampicata sui vetri della Fornero ricorda molto il “lavorare di più” di Gianfranco Polillo. Anche lì, perché non dire che quello che si cerca è un taglio delle retribuzioni per recuperare competitività, allo stesso modo in cui la posizione della Fornero esprime lo stesso identico concetto, riferito però alla più tradizionale progressione inerziale delle retribuzioni, peraltro già ridotta ai minimi termini nel settore privato? Forse si pensa che gli italiani  siano dei bambini (o dei malati incurabili) a cui nascondere la realtà? Magari questa è pure una buona strategia, ma che desolazione.

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!