Fame da Lupi

Un tempo la massima aspirazione dei nostri politici pro-family era il finanziamento degli asili nido ed il mitologico quoziente familiare. Poi venne la crisi fiscale, e tutti questi buoni propositi tornarono malinconicamente nel cassetto, in attesa dell’elezione successiva. Ma ora si apre una nuova finestra di opportunità, come rivela il ministro delle Infrastrutture nonché fervente difensore della famiglia, Maurizio Lupi.

Potrebbe infatti arrivare una misura per la defiscalizzazione delle cucine per le giovani coppie, secondo quanto indicato dal ministro delle infrastrutture e trasporti Maurizio Lupi a margine di un’audizione alla Camera, sottolineando l’impegno perché si arrivi ad una proroga dei bonus energia e ristrutturazioni che scadono il 30 giugno. “Quelle dobbiamo prorogarle almeno fino al 31 dicembre e dobbiamo pensare anche ad integrarle con altre misure come quella sulle cucine per le giovani coppie: c’è una discussione in corso per vedere come agevolare le famiglie, le giovani coppie” attraverso agevolazioni fiscali di mobili “indispensabili per la vita delle giovani coppie”, ha detto Lupi.

Ci preme richiamare la vostra attenzione sulla tecnica diversiva usata da Lupi, il cui intervento si traduce all’incirca in questi termini: “non riusciamo a confermare il bonus energia e ristrutturazioni, forse dovremo abbatterne il beneficio fiscale e/o limitarlo al 31 dicembre in attesa di qualche improbabile miracolo, però offriremo uno sconto sull’acquisto delle cucine ed altro arredamento alle cosiddette giovani coppie”

Ove il brillante provvedimento muovesse i primi passi verso l’approvazione, sentirete subito la vocina e vedrete il ditino levato dei ferventi difensori della famiglia “fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna”. E quanto ai single, al diavolo: mettano la testa a posto o nulla. Successivamente, poiché la funzione della famiglia è la riproduzione ad maiorem gloriam Dei, compariranno gli emendamenti da quoziente familiare: agevolazioni fiscali crescenti in base al numero dei figli. Con tre o più figli avrete lo sconto anche sulla lavastoviglie, per non sottrarre tempo alla vostra adorata famiglia. Al terzo stadio del percorso del sussidio etico (perché ci sarà senza dubbio qualche imbecille che lo classificherà come tale), si scoprirà con costernazione che mancano i fondi anche per questa meritoria opera pro-natalista, e si ripiegherà su una cinquantina di euro a chiunque presenti un ISEE da senzatetto ed abbia a carico un nonno chef. Ma nel frattempo saremo anche riusciti a dibattere sulle coppie di fatto, vedrete. E a mandarle a letto senza cena, come si conviene a dei peccatori.

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!