Il settimanale – 2/4/2016

  • Scoperto per puro caso che le quattro good bank nate dalle banche “risolte” hanno una data di scadenza, come lo yogurt. La toppa di Bankitalia rischia di essere peggiore del buco, soprattutto per la reputazione di Palazzo Koch;
  • Il prezzo di cessione delle sofferenze delle quattro banche non era un benchmark ma anche si:
  • Ma le banche cambiano in tutto il mondo e per ogni dimensione. E non sarà un processo indolore;
  • Confindustria corre in soccorso del deficit di Renzi ma scorda di valutarne la (scarsa) qualità;
  • Sempre a proposito di amnesie, vero tratto distintivo nazionale, che parte da molto lontano;
  • In Giappone esiste uno strano tipo di welfare per anziani;

Serve un SERT per la tossicodipendenza (da deficit) del mercato italiano del lavoro:

//platform.twitter.com/widgets.js