Il settimanale – 21/9/2019

  • Si avvicina la legge di bilancio e anche quest’anno gli italiani tentano di scorporare qualcosa dal deficit, stavolta verniciandosi di verde;
  • La proposta di nuove regole fiscali europee: più semplici ma non troppo. Gli italiani farebbero bene a non illudersi: questo non sarà il “liberi tutti” sul deficit;
  • In Sicilia, noto gioiello di autonomia estrema, più che i nodi sono i residui di bilancio quelli che continuano a giungere al pettine;
  • La problem solver più amata d’Italia vuol tassare anche i depositi di contante, in aggiunta ai prelievi. Niente di più efficace per (dis)incentivare l’emersione dell’eventuale nero;
  • Alitalia, la cassa scarseggia e il contribuente non galleggia; 
  • A Confindustria traggono ispirazione direttamente da Schumpeter e teorizzano la distruzione creativa: dei soldi delle nostre tasse;
  • M5S, il più audace tentativo di imenoplastica della storia;
  • Il Corriere di Rousseau vi spiega le grandi basi filosofiche della democrazia (etero)diretta;
  • Ricordate la dottrina comunista del partito-stato? Ecco, quella;
  • New wave, new age: l’intendenza e le coperture seguiranno;

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.
  • Per donare con PayPal, clicca qui!
  • Non hai un conto PayPal e la tecnologia ti intimidisce? Richiedi il codice IBAN!