Come comunica Istat, a gennaio 2011 l’indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio a valore corrente diminuisce dello 0,3% rispetto a dicembre 2010. Nella media del trimestre novembre 2010-gennaio 2011 l’indice diminuisce dello 0,1% rispetto al trimestre immediatamente precedente. Le vendite di prodotti alimentari scendono dello 0,5% rispetto a dicembre 2010, quelle di prodotti non alimentari dello 0,2%. Rispetto a gennaio 2010 l’indice grezzo (cioè non corretto per i giorni lavorati) segna un calo dell’1,2%.

A “Effetto Domino“, su la7, interessante intervento di Serena Sileoni a sostegno della richiesta di liberalizzazione piena ed incondizionata del commercio al dettaglio. Serena loda le iniziative di liberalizzazione di Bersani, iniziate nel lontano 1998 e proseguite con le “lenzuolate” del 2006 ma osserva che, per effetto della riforma del Titolo V della Costituzione (che tra le altre cose ha assegnato alle Regioni l’ordinamento del commercio), le tentate liberalizzazioni sono state fortemente depotenziate da lacci e laccioli imposti a livello locale.